La guerra dei browser!

browsers warCos’è un browser? E’ un programma che ci permette di navigare nei siti web. Ma questo lo sapete già. Ciò che molti non sanno è che ne esistono… TANTI! Certo alcuni sono più popolari di altri, ma la fama va di pari passo alla qualità?
Purtroppo non posso parlare di ogni singolo browser esistente perché le mie orbite inizierebbero a sanguinare prima di finire quest’articolo, quindi vediamo solo i progetti maggiori: Internet Explorer, Firefox, Chrome/Chromium, Opera, Safari.

Iniziamo con il “made in Microsoft”: Internet Explorer è un browser proprietario che un po’ tutti conosciamo per il fatto di essere quello predefinito su Windows (almeno fino a poco tempo fa, ora MS è stata obbligata ha introdotto il ballot screen per la “libera” scelta del browser).
Dal punto di vista usabilità non presenta caratteristiche particolari, è semplice ed immediato. Ha prestazioni nella media e non posso dire che rispetti volentieri gli standard del web. Il punto debole di questo browser sta nel fatto di non avere caratteristiche particolari, tranne quella di essere notoriamente il meno sicuro che si possa scegliere: la natura proprietaria e, soprattutto, la politica di scarsa privacy unita alle facili infezioni della tecnologia ActiveX fanno di Explorer un programma che oggettivamente non riesce a reggere il confronto con la concorrenza.
Per i sostenitori di Explorer che si lasciano convincere da annunci tipo: Explorer 9 è il migliore e più sicuro grazie a nuove tecnologie bla bla bla… invito a non prendere il sito Microsoft come fonte attendibile, ma d’informarsi in luoghi più tecnici e neutrali, dove si fanno le prove di hacking per esempio.

Firefox è il browser più usato in Europa… e non è difficile capirne i motivi. Partiamo col dire che è open source e già questo fa la differenza sulla sicurezza, oltre al fatto che viene aggiornato velocemente quando saltano fuori dei bug. Presenta un’interfaccia molto pratica e una velocità di navigazione davvero ottima, ma ciò che lo rende una perla è il sistema di estensioni: ce ne sono davvero migliaia, di ottima qualità e per ogni esigenza. Da questo punto di vista Firefox non ha davvero rivali.
Attualmente sono 2 i problemi che gli potrei attribuire: lentezza di avvio (peggiorata anche dalle estensioni installate) e consumo di ram non proprio contenuto, ok è un consumo abbastanza costante ma dalla versione 3.6 alla 4 è peggiorato abbastanza, si spera che nell’imminente versione 5 si possano andare a limare queste due cosette.

Chromium è un browser open source sviluppato dalla comunità insieme a Google (che mettendoci il suo marchio lo distribuisce poi come Chrome) e il suo merito più grande è quello di essere entrato nel mercato come un ciclone, spazzando via la concorrenza a vista d’occhio: è un progetto giovane e le sue buone qualità gli hanno fatto guadagnare utenza tanto rapidamente da spingere anche gli altri browser a migliorarsi, cosa tutta a beneficio dell’utente.
Ha la peculiarità di essere minimale nell’interfaccia, veloce come un razzo, molto molto sicuro ed è all’avanguardia nel supporto delle nuove tecnologie (e nuovi standard) del web (HTML5, WebM, apps). Offre tempi di avvio quasi istantanei e un sistema di estensioni stile Firefox, solo che (per ora) sono inferiori come numero e qualità.
Il cavallo di battaglia di Chromium/Chrome è il sandbox: una tecnologia che isola ogni scheda ed ogni estensione in un processo protetto, che non ha accesso al resto del sistema operativo. In questo modo eventuali malware non riescono a diffondersi nel pc tramite le pagine web, in teoria: è successo che anche questa tecnologia sia stata bucata, ma si sa che non esiste il software perfetto!
Una particolarità sta nel fatto che adatta il consumo di ram in base alla quantità totale disponibile: questo lo rende adatto per pc obsoleti perché consuma pochissimo restando molto veloce, ma purtroppo lo fa diventare un mostro mangia memoria su pc recenti, specie quando si hanno aperte diverse schede insieme.

Opera è senza dubbio il browser proprietario più valido che potete trovare, al quale dobbiamo riconoscere la paternità delle schede multiple. Le sue funzioni non si limitano alla sola navigazione ma è anche un client e-mail, ftp, irc, bittorrent e altri ancora, senza contare che supporta le estensioni (anche se non è ai livelli di Firefox), quindi in un solo programma troviamo l’esperienza internet a 360°. Opera è veloce e personalizzabile, inoltre mantiene alti standard qualitativi su tutte le piattaforme, dai pc desktop fino alle versioni per smartphone. In ram consuma come Firefox (o poco meno) ma è il browser più leggero di tutti sulla cpu, specie nella riproduzione di video ed effetti in flash, questo grazie a un team di sviluppo che lavora come si deve.
L’unico difetto che mi sento di attribuirgli, che penso sia la causa della sua scarsa popolarità, è l’essere proprietario: questo azzoppa la sicurezza e toglie motivi all’utente per preferirlo rispetto alle alternative open come Firefox o Chrome.

Safari è il browser predefinito su Mac OS X, prodotto da Apple. Al pari di Explorer non ha grosse particolarità, è molto semplice ed ha buone prestazioni. A dire il vero l’ho testato meno rispetto agli altri, anche perché non ha granché in più da offrire. Diciamo che va bene per un’esperienza out-of-the-box su un Mac, ma per chi si vuole scegliere il proprio browser non credo sia una possibilità concreta, oltretutto è anche proprietario ovviamente. Dal punto di vista sicurezza non è meglio di altre soluzioni proprietarie e come personalizzazione è al pari di Explorer, anche se graficamente molto più curato a livello di menu ed effetti (cover flow) vari.

Ed ecco le mie personali conclusioni… ora come ora Firefox è un tonno insuperabile per via delle estensioni, non c’è nulla che regga il confronto e fanno la differenza nell’esperienza utente. Al secondo posto metterei Chrome/Chromium per la sua velocità, rigore agli standard ed elevata sicurezza (non che Firefox sia da meno in questo). Al terzo certamente Opera, peccato sia proprietario perché avrebbe tutte le carte in regola per scalare di più il podio. Al quarto voto Safari e al quinto Explorer, sono entrambi appena sufficienti per una navigazione base senza grosse pretese in termini di flessibilità, velocità e sicurezza.

E’ tutto gente, ci aggiorneremo a fine anno per vedere i progressi di questi progetti. 🙂

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: