Ho un costoso fermacarte.

PlayStation 3 slim
Martedì 26 luglio 2011 è una di quelle date più onerose per il mio portafogli poiché, proprio oggi, la mia PlayStation 3 si è trasformata in un costoso fermacarte.

Dopo alcuni giorni con debolissimi segnali di problemi, succede che oggi, mentre volevo provare per la prima volta battlefield bad company 2, la mia ps3 decide di non leggere più i dischi bluray, siano essi film o giochi.
Subito mi armo di internet e inizio a fare ricerche e scopro che sono in gran compagnia nel mondo. Di fatto la console continua a funzionare perfettamente a livello software, legge tranquillamente CD e DVD (per questi viene usato un laser diverso dal bluray), ma non le cose che a me interessano di più, i bluray appunto.
Sfortuna vuole che la mia console sia ancora in garanzia, non ha nemmeno 2 anni di vita!
Sfortuna?
Sfortuna si, perché la Sony non ripara le console in nessun caso. Quel che fa, se mandate la vostra in assistenza, è stoccarla in magazzino e darvene una rigenerata dietro compenso se siete fuori dal periodo di garanzia, oppure gratuitamente se siete ancora entro il primo anno. Già, entro il primo anno dall’acquisto perché nemmeno coprono i due anni che per legge sono coperti dalla garanzia, il secondo è affar vostro. Dovete rivalervi su chi ve l’ha venduta e sperare di spuntarla (molti commercianti fanno i furbi).

Cos’è una console rigenerata?
Una consola rigenerata è una console guasta riparata. La cosa bella è questa, loro le console se le riparano, però non vi daranno MAI la vostra, ma una che avevano in magazzino che si era rotta a qualche altro utente. Insomma è una console di seconda mano e neppure troppo sana. Anzitutto all’assistenza sistemano il problema per cui gli era stata mandata, non è detto non ce ne fossero altri, poi non sapete com’era stata tenuta dal precedente proprietario (la mia è ad oggi identica a quando uscì dalla scatola, nemmeno un graffio). Inoltre non potete sapere fino a quando non è troppo tardi che modello è, magari vi rifilano un modello più vecchio del vostro e vi danno una nuova garanzia di soli 3 mesi, il che è una fregatura se la vostra garanzia copriva ancora un lasso di tempo maggiore (vedi la mia).
Ricerche online mi hanno messo davanti a non buone esperienze di persone che hanno avuto una console rigenerata, il record è stato 2 giorni, infatti 2 giorni dopo aver ricevuto una console rigenerata l’utente in questione ha dovuto rimandarla in assistenza perché anche quella “nuova” era partita.
Volete davvero farvi dare una console rigenerata?

Per sicurezza telefono alla Sony al suo magico 199 da 12 eurocent al minuto, chiamare i numeri porno mi costa meno e mi soddisfa di più. Mi inforno, non c’è possibilità di farsi riparare la propria, avrai sempre una console rigenerata qualsiasi cosa tu faccia. Magra la consolazione per cui ti mandano il corriere a casa a ritirarla e a riportarla (si occupano di tutto loro).

Alla luce di questi e di altri fatti decido di optare per un’altra soluzione, la riparazione fai-da-te.
Per la maggiore si tratta di pulire la lente del lettore bluray dove per poterci arrivare devi smontare mezza console.
Tiro le somme e parto con il disassemblaggio, mi conviene.

A parte 3 viti di quelle particolari che richiedono cacciaviti impossibili (quelli classici a croce, a stella o piatti gli facevano schifo), per il resto non ho penato fino all’arrivo all’alimentatore. Staccarlo dalla sua sede non è semplicissimo, è piuttosto duro e rischi che ti si rompa qualche pezzo in mano. Smontare il lettore bluray non è stato difficilissimo, ho solo dovuto procedere in modo pionieristico perché guide in merito ce ne sono forse 2 (fat e slim variano di molto e tutte le guide sono solo per fat) e nemmeno buone poiché mancano di alcuni passaggi vitali che un utente alla prima esperienza non può sapere e rischia quindi di fare danni seri!
Alla fine ho leggermente piegato il case metallico del lettore; nulla di eccessivamente grave, anche se per uno come me in realtà è comunque un danno serio.
Ho pulito la lente con prodotti appositi, rimontato il tutto e constatato che a nulla è servito, infatti dentro non c’era un granello di polvere, l’ho tenuta davvero da dio. Era semplicemente immacolata. Altro che pari al nuovo.
Purtroppo continua a non funzionare e la cosa stressante è che non capisco dove sta il problema.
Il motorino che fa girare i dischi è sano poiché se avessi problemi lì, avrei problemi con tutti i dischi; il bluray non è sicuro perché rarissime volte capita che il disco alla fine venga letto anche se appunto sono rare, impossibile contare su questi eventi miracolosi per poter continuare a giocare…
L’unica che mi viene in mente è il motorino del carrellino porta laser. Potrebbe avere problemi nell’arrivare a fine corsa e questo, combinato con i suoni che sento di tutto il gruppo ottico al lavoro, mi fa pensare che non arrivando il carrello a fine corsa, il laser non riesce a leggere il primo settore del disco che quindi non viene riconosciuto, perciò non parte. Gli altri dischi partono perché il loro laser è più all’interno rispetto al bluray indi per cui arriva comunque all’inizio del disco.

Insomma oltre al danno la beffa; garanzia annullata e console non funzionante senza nemmeno conoscere la causa e quindi poter intervenire.

Una minoranza diceva che poteva essere l’hard disk dietro a morire o comunque con problemi. Ipotesi per me senza senso, ma quando si tratta di speranza ci si attacca ad ogni cosa. Ho pensato che il firmware della console usa una partizione/file di swap sul disco (come i sistemi operativi) e quindi per questo non riusciva a leggere i bluray che, vista la mole di dati che contengono, hanno bisogno di un supporto su cui swappare.
Ho tolto l’hard disk, l’ho controllato con un notebook, l’ho formattato più volte.
Risultati identici a prima.

Oggi 26 luglio 2011, la mia PlayStation 3 lato bluray si è spenta.
Oggi 26 luglio 2011, ho guadagnato un costoso fermacarte da 500 euro (aka 1.000.000 £).

Sulla terra c’è un detto, capitano; una frase di potenza, saggezza, e consolazione per l’anima nei momenti di bisogno.
E quale sarebbe?
Allons-y!

Pubblicato su Videogames. 5 Comments »

5 Risposte to “Ho un costoso fermacarte.”

  1. Sanzo Says:

    Un grande difetto è invece nei giochi e nell’uso massivo del lettore, molte cose potrebbero essere installate su disco salvando così il laser dal continuo utilizzo, ma è una cosa molto snobbata dalle software house.
    Si, ora so tutto su come si cambia il laser (l’ho fatto), all’epoca invece ero un novizio completo; infatti se vedi in un successivo articolo (PlayStation3 – parti lettore bluray) ho riportato tutti i modelli dei laser e dei ponti per i vari modelli di console, visto che in italiano non si trovavano.

    Come ho detto, quando si tratta di speranza ci si attacca tutto, ma ho anche precisato che il formattare il disco non aveva senso. Si chiaro, ho fatto il backup preventivamente, non sono uno sprovveduto, infatti non ho perso nulla.
    L’unica cosa è che ovviamente, se tocchi il disco poi devi reinstallare il firmware (proprio per il motivo che hai detto), ma non rischi nulla e non perdi nulla (previo backup).
    Ho l’abitudine di documentarmi al meglio che posso prima, e di procedere con la dovuta calma così da evitare errori irrimediabili. Anche l’idea di aprire la console (per uno che non l’ha mai fatto) è stata molto ponderata.

    Nessun OS supporta il file system della ps3 semplicemente per questioni di sicurezza anti hacking adottate da sony, che però alla fine si sono rivelate abbastanza inutili.

    Tutto quello che hai detto lo sapevo in parte prima e in parte dopo la riparazione, tranne la storia della taratura del laser, questa non la sapevo e ti ringrazio per l’informazione.

  2. Marco Simonelli (@hackerwolf) Says:

    La debolezza del lettore sta nel fatto che è privo del dispositivo di taratura del laser; di conseguenza a lungo andare si rovina, non potendolo più correggere. La soluzione migliore è la sostituzione, puoi trovare il lettore online. Non capisco perché hai tolto l’hard disk e l’hai formattato (spero in un backup precedente): nessun OS per computer ha un supporto nativo al filesystem della PS3 (che alla fine è un FAT32 senza il limite dei 4 GB a file). Il firmware della PS3 risiede in minima parte sull’HDD, il resto si trova sulla flash interna della console.

  3. Sanzo Says:

    Per me la sony fa pena su tutta la linea. I suoi prodotti sono buoni e vivi sereno finché va tutto bene, al primo problema dio ce ne scampi!
    Purtroppo la PlayStation 3 è una console nata male su tutta la linea, non si può negare (ylod, problemi al lettore, problemi di sicurezza…); dovrebbe tornare in progettazione ed essere rivista completamente.

  4. MasterPJ Says:

    In caso di guasti la sony fa veramente pena, e per il recupero dei dati bisogna fare i salti mortali perché non basta il backup se cambi console, devi coinvolgere un amico e la sua ps3. Complimenti a sony!


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...