Monitorare livelli inchiostro della stampante

ubuntu printer
Una caratteristica delle stampanti moderne è la possibilità di verifica dei livelli di inchiostro delle cartucce direttamente dal proprio computer senza dover più aprire ogni volta mezza stampante e verificare quanto colore è rimasto.

Su Windows questa cosa è gestita direttamente dai driver rilasciati dalla casa della stampante, per il loro prodotto; ma nel mondo GNU/Linux?

Per nostra fortuna la comunità è sempre attiva e ci fornisce di un programma chiamato Inkblot che ci permette anche a noi amici del pinguino, di verificare i livelli direttamente dal monitor del PC.

Troverete il pacchetto nei repository di ubuntu multiverse quindi controllate che siano attivi sul vostro PC e poi installatelo (guida all’installazione per principianti: link).

Successivamente, per poter usare il programma a livello utente (senza quindi richiesta di password) è necessario aggiungere la propria utenza al gruppo lp (è una elle), per farlo è sufficiente dare da terminale il comando:

sudo adduser $USER lp

Bene, a questo punto accendete la stampante e Inkblot, potrete vedere i vostri attuali livelli di colore!.

Chiaramente non tutte le stampanti sono supportate/supportabili e quelle già configurate non è detto che funzionino perfettamente, c’è ancora del lavoro da fare, ma nel frattempo godiamoci quello che già c’è!

Trovate una lista delle stampanti supportate: qui, scorrendo in giù nella pagina trovate anche quelle non supportate con anche spiegata la motivazione.

Non è una cosa sbandierata, ma i livelli non sono esatti, nel senso che sono dati da una statistica in base all’uso quindi è sempre il caso, ogni tanto, di dare comunque un’occhiata direttamente alle cartucce. Questo però riguarda qualsiasi tool che monitora la quantità d’inchiostro residua, Windows, GNU o mac. Chi vi dice il contrario si sbaglia.

Bella!

4 Risposte to “Monitorare livelli inchiostro della stampante”

  1. Sanzo Says:

    Grazie mille dei complimenti (anche da parte di MasterPJ), facciamo il possibile per condividere ciò che conosciamo con tutti e ci impegniamo anche a verificare quello che scriviamo. Possiamo sempre dire cavolate, ma sono cose in cui crediamo perché sono frutto, come ci hai riconosciuto, di ricerche (in alcuni casi anche lunghe anni!).
    Ti ringrazio per averci aggiunto sul tuo blog. Qui è una cosa di cui si occupa MasterPJ (attualmente però non è disponibile), magari vorrà ricambiare.

    Abbiamo la stessa stampante allora, siamo fortunati che la nostra funzioni!😛

  2. Yattatux Says:

    Ciao, devo assolutamente complimentarmi con voi per la realizzazione di questo blog, nei vostri post è molto evidente la cura e la ricerca su quello che scrivete. Complimenti. Aggiunto al mio blogroll. p.s. La mia iP4300 sembra essere supportata. Bene.😉

  3. Sanzo Says:

    Immagino sia dovuto alle librerie che usa il software.
    Probabilmente andrebbero fatte delle aggiunte per averle funzionanti anche con le stampanti wireless. Perché non contatti il team del progetto? Magari possono aiutarti.

  4. MasterPJ Says:

    Aggiungo che il metodo descritto con inkblot funziona SOLO se la stampante è collegata via usb, se è attaccata in wi-fi non funziona. In quel caso bisogna affidarsi alla bontà dei driver e sperare che nelle impostazioni stampante i livelli siano indicati.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: