Aptosid che delusione!

Aptosid logo
Aptosid (ex Sidux) è una distro che deriva da Debian Sid (quindi è rolling) e nasce dall’esigenza di migliorare l’esperienza utente con Sid che viene criticata per la sua difficoltà d’installazione, gestione e utilizzo.
Aptosid vuole migliorare questi aspetti, vediamone insieme i risultati.

Per l’installazione sono disponibili solo i desktop enviroment KDE e Xfce, in quanto non simpatizzante per KDE, ho optato per la scelta restante…
Inserisco il cd live nel computer, lo faccio partire e in poco tempo arrivo alla Scrivania di Aptosid.
A primo impatto mi torna in mente Windows (per quanto riguarda la gestione dei pannelli), poi osservando meglio ci vedo Puppy Linux il che mi lascia un po’ interdetto, non potevano lasciare anche GNOME? Xfce non mi piace, è troppo minimale (del resto è sviluppata per computer poco performanti).

Piuttosto che provarla in live avendo quindi un’esperienza limitata, decido di installare subito e qui trovo il primo obiettivo del team Aptosid perfettamente centrato.
L’installazione, rispetto a Debian Sid, è davvero semplicissima, c’è un installer grafico tanto spartano quanto comodo, tant’è vero che, nella sezione del partizionamento, ti permette pure di scegliere al volo quale tool per la formattazione usare (Gparted, cfdisk fdisk), così da permettere ad ogni utente di scegliere quello con cui è più pratico.
Il resto è davvero semplice, per l’installazione in pratica c’è da premere solo “avanti”, “avanti”, “avanti” e in pochi minuti verrà completata.

Riavviata la macchina inizia la mia prima vera esperienza con Aptosid!

Come detto prima, Xfce ha una disposizione dei programmi nei menù dei pannelli che non mi piace un granché, fatico a trovare quello che cerco e infatti impiego un pò di tentativi prima di capire che non c’è una GUI per l’installazione-gestione dei pacchetti. Prima di fare qualsiasi cosa leggo il manuale e scopro che il team consiglia di amministrare tutti i pacchetti da terminale con apt-get; esiste una GUI ma ne viene consigliato l’uso solo per la ricerca più che per l’amministrazione. Il terminale mi piace, ma Linux è anche comodità e quindi mi installo Synaptic, non prima però di aver seguito questa guida: Debian, sudo e gksu come Ubuntu.

Volendo si potrebbe installare GNOME e usarlo al posto di Xfce e se dovessi usare Aptosid giornalmente lo farei di sicuro, ma per il momento preferisco parlare di questa distro così com’è, senza radicali cambiamenti.

Per quanto riguarda l’usabilità, la scelta di omettere GNOME tra i DE la trovo pessima, penso sia (attualmente) la miglior esperienza in ambito Desktop Environment, se non altro come comodità e gestione/amministrazione, di quanto sul Linux sia possibile. Xfce non credo migliori la vita delle utenze che devono usare il PC per lavoro quotidianamente, è per computer datati o con scarse prestazioni e per loro deve restare.
Non capisco nemmeno perché non abbiano lasciato le cose come stavano su Debian dove all’inizio, la primissima cosa da fare e scegliere il proprio DE e poi la ISO scaricava lei tutti i pacchetti necessari e solo quelli. Strano.
Inoltre per la maggiore su Xfce, l’amministrazione e anche alcune attività vengono fatte da terminale (più o meno a riga di comando) e questo non facilita di certo l’arrivo degli utenti meno esperti.
Per me questo è un obiettivo fallito, l’esperienza utente a livello di quotidianità è migliore su Debian.

Per quanto riguarda i repository, di default ce ne sono due, quello di Aptosid e quello di Debian (Sid). Il primo contiene pochissimi pacchetti, prevalentemente legati all’aspetto estetico per personalizzare Debian Sid secondo il tema di Aptosid (giusto per non far capire che sono uguali) e un paio di programmi (e i driver per le schede wireless), tutto il resto invece viene dal repository ufficiale di Debian quindi anche l’avanzamento è identico a quello di Sid; vale a dire che se su Sid vengono caricati pacchetti che danno problemi, stessa sorte tocca ad Aptosid.

Insomma, a parte per il tema, madre (Debian Sid) e figlia (Aptosid), non differiscono quasi per nulla. Non esiste un vero e valido motivo per cui la figlia sia migliore.

In questo santuario […] c’è la chiave per l’ottavo passo.
La libertà.

Annunci

10 Risposte to “Aptosid che delusione!”

  1. Drizzt Says:

    Sicuramente continuerò a seguirti, mi piacciono davvero le tue recensioni.
    Immaginavo tu fossi oberato 🙂 , comunque la pulce nell’orecchio te l’ho messa e mi fà piacre che tu abbia preso in considerazionio anche a lungo termine, la possibilità di un’occhiata a questa distro.
    Buon lavoro e speriamo che le cose migliorino un pochino, almeno per quel che riguarda gli impegni.

    Ci si legge presto.

    Ciao.

  2. Drizzt Says:

    Ciao Sanzo.. mi intrometto ma per tutt’altro tema, volevo innanzitutto farti i complimenti, è un pochino che ti leggo e trovo le tue recnsioni utili e costruttive, cogliendo al volo la tua non simpatia per il D.E. Xfce, vorrei chiederti se ti andrebbe di recensire una piccola distro nata poco tempo fa che utilizza solo Xfce.
    Te lo chiedo perchè io la stò provando e mi piace ma se si chiedono pareri a coloro che utilizzano di default Xfce ovvio che ti danno pareri favorevoli mentre se la recensione arriva da un ragazzo esperto a cui non piace molto Xfce ma sa essere SUPER PARTIS allora penso che sia molto più costruttiva.
    La distro in oggetto è X-light-Mind nella versione “STORM” release candidate, è creata e gestita dal meraviglioso, a parere mio, tem di Xfce-Italia.it .
    Spero di ricevere una tua risposta positiva………..
    Non mi resta, per il momento , che salutarti e augurarti buon lavoro.

    • Sanzo Says:

      Ciao, ti ringrazio davvero molto per i complimenti, e per aver capito al volo qual’è il mio obiettivo negli articoli che scrivo; forse non sono sempre costruttivo o neutrale nelle affermazioni, ma davvero cerco di fare il possibile.
      Purtroppo in questo periodo sono davvero oberato di cose da fare e non ho più nemmeno il tempo per uscire. Se noti è molto che non pubblico articoli (anche se ho qualcosina in lavorazione); devo quindi declinare il tuo invito sul breve periodo. Forse in futuro riuscirò a ritagliarmi il tempo necessario da dedicare a X-light-Mind, potrei quindi accettarlo come impegno a data da definirsi. Spero continuerai comunque a seguirci.

  3. Mte90 Says:

    lo fà solo per i driver del wireless 😛

  4. Sanzo Says:

    Invece no, perché durante l’installazione ora c’è la richiesta che ti chiede se vuoi abilitarlo o meno e quindi fa tutto in automatico.
    Ne consegue che se nell’installazione servono driver non free vengono autonomamente aggiunti e se così non fosse, allora si va fatto a mano, ma questo è il bello/brutto di linux. Chiaramente, se scegli l’harware giusto tutto va liscio, ma se ti compri una bicicletta poi non puoi lamentarti che fai fatica durante il trasloco, ti devi adattare a quello che hai.

  5. Mte90 Says:

    Torvi sì i pacchetti non-free ma non sono preistallati, devi aggiungere il repo e conoscere quali installare.

  6. Sanzo Says:

    Beh oddio, anche su debian si trovano i pacchetti non-free, più che altro io spero nell’arrivo di gnome perché tralasciando xfce, non a tutti piace kde, quindi gnome resta l’unica scelta.
    Comunque resta il fatto che, se vuole aumentare il suo bacino di utenze, deve migliorare la sua usabilità e la gestione di alcune cose, ma non è obbligatorio, può restare così perché sicuramente a qualcuno è comunque comodo, peccato che leggevo che è la distro che supporta il maggior numero di schede wireless quindi era un gran bel punto di forza al giorno d’oggi dove molti lavorano con i netbook/notebook

  7. Mte90 Says:

    Sul mio blog ho iniziato una serie di articoli per migliorare l’esperienza kde su aptosid ma aptosid non è ancora al livello di ubuntu nell’esperienza utente anche perchè essendo debian non contiene i pacchetti non-free.

  8. Sanzo Says:

    Chiaramente la mia è solo un’opinione personale e sono lieto del tuo commento costruttivo.
    Alcune cose che dici mi sono nuove, chiaramente rispetto a te che lo usi da così tanto tempo io sono un neofita e in poco tempo non posso apprenderle.
    Il fatto che il repo venga usato per i pacchetti fixati è sicuramente un punto a favore che cambia un po’ le carte in tavola, ma resto comunque dell’idea che aptosid non sia adatto alle mie esigenze e a quelle di molti utenti, specie se non molto smaliziati.

  9. mte90 Says:

    Io uso aptosid dal 2009 e ti dico che non è una delusione.
    Mai provato la versione con xfce, quella con kde è sempre molto più avanti.
    Il repo di aptosid contiene il suo kernel aggiornato molto spesso e viene usato per rilasciare i pacchetti fixati quando ci sono problemi con quelli di debian sid come quando ci fù il passaggio di run su udev che su debian sid era buggato ma loro risolsero il problema e misero la loro versione.
    Gnome e Lxde sono i de su cui stanno lavorando però non trovano persone che si occupino della loro manutenzione. Il fatto di usare debian sid non è facile perchè controllano che tutto sia funzionante.
    Il rilascio dell’ultima vrsione ha richiesto tempo perchè hanno aspettato che le qt 4.7, kde 4, ff4 non dessero problemi con le loro dipendenze.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: