Come migliorare i font su Chakra Linux

K_KDE

Una delle prime cose che mi ha fatto storcere il naso quando ho provato Chakra Edn 2011.12 è stata la resa dei caratteri (in Firefox in particolare a dir poco inguardabile per problemi di aliasing). Negli ultimi giorni ho trovato il modo di rendere i font non solo accettabili ma anche molto belli perfino per chi, come me, è abituato alla “pacioccosità” di Ubuntu.

Tutto grazie al progetto Oxygen Font, un nuovo carattere in via di sviluppo che dovrebbe diventare quello predefinito all’interno di kde entro quest’anno. Gli utenti Chakra lo hanno già reso disponibile nel canale ccr, quindi per installarlo basta dare da terminale:

ccr -S oxygen-fonts-git

Confermiamo con Y e poi diamo due N se chiede di controllare la configurazione del pacchetto. Altrimenti possiamo installare i font dalla sezione ccr di Appset-qt.
Ora andiamo in impostazioni di sistema, aspetto applicazioni, caratteri. Di default dovreste avere questa situazione:

chakra-font1

Ora modificate i font e l’anti-aliasing per avere questo risultato:

chakra-font2

Così avremo impostato il nuovo font Oxygen ed avremo abilitato l’anti-aliasing dei caratteri nel modo migliore. Ultimo accorgimento: anche nella sezione Configurazione Gtk impostate lo stesso font sempre con dimensione 10, per la pace di Firefox.

<Aggiornamento del 22/07/12>
In seguito ad aggiornamenti di Chakra, che hanno cambiato e migliorato la gestione dei font, l’attuale migliore impostazione per una corretta leggibilità non prevede più l’uso degli Oxygen, ma è questa:

chakra-font-3

Riavviate la sessione, et voilà! Sembra di guardare un’altra distro😉

“Tenete Dan! Cosa ci fa qui?”
“volevo vedere se riesco a reggermi in piedi su una barca”
“ma lei non ce li ha i piedi tenente Dan!”
“si… questo lo so già…”

9 Risposte to “Come migliorare i font su Chakra Linux”

  1. MasterPJ Says:

    Penso che lo farò. Nel frattempo sto provando Apper dal repo ccr, si vede che è un porting e non calza bene con alcuni aspetti di chakra ma come software center lo trovo molto migliore, se si prendesse questo come base e lo si adattasse con l’aggiunta dei ccr e sistemato nelle categorie e nella notifica aggiornamenti, per me potrebbe rimpiazzare Appset facilmente.

  2. jmc Says:

    Akabei sostituirà Pacman, per sostituire Appset ci vuole Shaman (che è già parzialmente scritto, ma si era fermato proprio in attesa di Akabei). Il grosso delle funzionalità c’è già, diciamo che ci vuole un po’ più di automazione e di pulizia.🙂

    • MasterPJ Says:

      Speriamo arrivi entro l’anno🙂
      Visto che sei coninvolto nel progetto, se posso dare un consiglio (che probabilmente è cosa già fatta): per shaman c’è bisogno che sia più simile a synaptic nella gestione delle dipendenze sia in intallazione che in rimozione, sia come quantità di informazioni sui pacchetti. Appset è semplice ma non abbastanza dettagliato quando si smanetta coi pacchetti, mentre synaptic è il top in questo campo.

  3. jmc Says:

    Sì, dò una mano per quel che posso allo sviluppo di Chakra.🙂
    Solitamente aiuto la gente sui forum (internazionale e italiano), e aiuto dovunque serve, un po’ con la pacchettizzazione, un po’ con lo sviluppo di qualche tool (in particolare, ho curato cbundle nell’ultimo anno e sto dando una mano con Akabei).

  4. jmc Says:

    Dimenticavo di dire che in alcuni casi anche la presenza di ~/.fonts.conf può interferire, prendendo la precedenza rispetto alla configurazione specificata in System Settings (come antialiasing o no, modalità di hinting e subpixel hinting): in quei casi può valere la pena di rimuovere anche quel file.

    • MasterPJ Says:

      Io ho risolto come ho spiegato nella guida, non ho dovuto agire su quei file. Vedremo quando il fontconfig mi arriva nel ramo stabile se cambia qualcosa. tnx della spiegazione.
      Scusa l’invadenza, mi pare di aver capito che tu sei uno sviluppatore di chakra ma qual’è il tuo ruolo esattamente? Sto entrando sempre più a fondo nella tana del bianconiglio e mi piace, sto rastrellando vagoni di info su chakra di giorno in giorno🙂

  5. jmc Says:

    In realtà proprio ieri ho notato un problema che mi era precedentemente sfuggito, e cioè che il pacchetto fontconfig fornisce alcune regole in /etc/fonts/local.conf che sembrano avere precedenza su quelle specificate in /etc/fonts/conf.d/ e negli analoghi percorsi delle cartelle degli utenti (~/.fonts.conf e ~/.fonts.conf.d/).
    Rimuovendo tale file, pare che l’aspetto globale dei font sia migliorato, per cui è stato aggiornato di conseguenza il pacchetto fontconfig, che al momento è nella fase di testing.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: