Final Fantasy X, un nuovo orizzonte

ff10-logo

Il passaggio generazionale su Ps2 ha causato grande impazienza tra i fan di mamma Square. Quando finalmente uscì il decimo capitolo ricordo ancora che il web fu letteralmente sommerso di news, immagini, video… non si parlava d’altro. Giustamente, data la valanga di novità che porta.

La trama si svolge attorno a Tidus, un giocatore di blitzball che viene catapultato mille anni avanti nel tempo da un enorme mostro chiamato Sin. In questa nuova realtà dovrà dar prova del suo coraggio nella lotta contro Sin, partendo con Yuna verso il viaggio per diventare grand’invocatrice. Ovviamente non mancheranno decine di scappatoie e modi per dedicarsi a missioni secondarie, solo che il percorso è per la prima volta molto guidato. Per appassionare il giocatore come ai bei tempi di pinal 8, torna nuovamente la storia d’amore fra i protagonisti al centro della vicenda, senza dimenticare però un’ottima caratterizzazione di tutta la squadra.

ff10-screen

Grazie alla potenza della nuova console Sony, Pinal può finalmente abbandonare gli ambienti statici in favore di una grafica completamente tridimensionale, anche se non con telecamera libera. Ai tempi aveva fatto letteralmente sbavare i fan per la grandissima cura, il dettaglio, animazioni notevolmente migliorate grazie al motion capture (specie nelle espressioni facciali) ed ovviamente i filmati in computer grafica che stabiliscono nuovi standard di qualità e fanno mangiare la polvere a tutte le altre software house.
Il comparto audio ha ricevuto grande attenzione nello stile e nella realizzazione, addirittura è stato creato un tema con la canzone Suteki Da Ne. Non si raggiunge l’eccellenza di pinal 9, sarebbe piuttosto pretenzioso, ma di certo siamo su buoni livelli.

Le novità nel gameplay sono davvero consistenti…
Arrivano le salvosfere: toccandole potremo salvare il gioco o tornare all’aeronave (nelle fasi avanzate). Non solo, cureranno la squadra completamente! Questo fattore facilita il gioco in molti frangenti, nei quali si può expare al limite delle nostre forze stando nei paraggi di una sfera per sicurezza, ma è anche una scelta dovuta al fatto che il viaggio è lungo e non ci sono più le locande per dormire e rimarginare le ferite.
E’ stato abbandonato l’ATB in battaglia, a favore di un sistema a turni prestabiliti in base alla velocità di ogni partecipante allo scontro. Questa scelta limita la frenesia della lotta in effetti, ma ne accresce il valore strategico: sappiamo esattamente quante azioni abbiamo prima di quella nemica, e dovremo regolarci di conseguenza. La squadra è formata nuovamente da 3 componenti, ma è possibile cambiarli in tempo reale in battaglia a seconda delle necessità, come si possono anche cambiare armi e protezioni. Per la prima volta le turbotecniche (ex limit break) non si basano più soltanto sui danni accumulati, ma su metodi diversi di carica che potremo selezionare a nostro piacimento. Tornano le invocazioni, anche se solo Yuna potrà chiamare gli eoni in nostro soccorso. Come in pinal 8, possono anch’essi potenziarsi e sviluppare abilità in modo simile ai personaggi e diventano più forti man mano insieme a Yuna.
Pinal introduce un originale ed ottimamente studiato sistema di sviluppo, la sferografia: una specie di tabellone a caselle e percorsi sul quale i personaggi si muoveranno per sbloccare abilità e per aumentare i loro parametri. Non esiste più quindi un vero level-up ma dopo un tot di exp si acquista un livello sfera, che possono essere accumulati all’infinito, ed ogni punto equivale ad un passo sulla sferografia. Inizialmente ci saranno dei blocchi che obbligheranno i personaggi a svilupparsi in base alle loro naturali inclinazioni, ma nelle fasi avanzate sarà possibile fare quello che vogliamo con ogni membro del party.

ff10-screen2

Inutile dire la grande quantità di extra presenti: le armi finali, eoni segreti, boss opzionali potentissimi, i chocobo, ma soprattutto lo Zoolab e il blitzball. Lo Zoolab consiste nel catturare tutti gli esemplari di mostri del gioco, in modo che ne vengano “creati” di nuovi da poter sconfiggere in un’arena speciale, per ottenere così oggetti rarissimi. Il blitzball è una parte del tutto fine a se stessa, ma che ci farà passare tante ore nel reclutare una buona squadra, svilupparla ed ottenere le varie coppe con divertenti partite. Finire pinal al 100% è un compito decisamente impegnativo e richiede di andare ben oltre le 100 ore, persino con guida alla mano.

Che altro dire sull’ottima qualità di questo decimo capitolo? E’ davvero un titolo bello e ricco di novità che hanno gettato le basi per il gameplay dell’attuale generazione di pinal. Di recente mamma Square ha annunciato un rifacimento per Ps3 di Final Fantasy X in HD, anche se non è ancora chiaro se sia un vero remake o un semplice porting, sarà a dir poco imperdibile!

“This is my story…”

2 Risposte to “Final Fantasy X, un nuovo orizzonte”

  1. ylian89 Says:

    Non so se lo sai ma tra qualche mese uscirà il remake di Final Fantasy X per PS3, io la comprerò solo per questo gioco😀

    • MasterPJ Says:

      Si l’ho scritto in fondo… anch’io penso proprio di prenderlo. Cmq non sarà un remake ma un semplice porting adattato un po’ per l’hd. Speriamo facciano un bel lavoro come gow collection


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: