Linux Mint 13 KDE – recensione e confronto con Kubuntu 12.04

mint-kde-logo

E’ in uscita fra pochi giorni Mint 13 kde, ho già dato una bella occhiata alla versione RC e sinceramente questa release mi ha deluso, vi spiego i motivi.

Sappiamo tutti che Mint kde è basata su Kubutnu, aggiungendo solo qualcosa e modificando qualcos’altro. In passato, pur essendo così vicina alla versione Canonical, Mint kde ha sempre saputo dare un senso alla sua esistenza attraverso scelte software, design differente e alle volte proponendo un ramo di kde più aggiornato.
Questa Mint 13 non solo è una copia 1:1 di Kubuntu, ma addirittura va a peggiorare alcuni aspetti senza migliorarne nessuno.

mint-13-kde

Troviamo lo stesso kernel, la stessa versione di kde (4.8.4), lo stesso tema grafico, insomma la stessa distro di base. Per quanto riguarda le comode aggiunte, come da tradizione Mint, avremo preinstallato openjdk 7, Firefox, vlc, codec proprietari (grazie al repo medibuntu già compreso). Per quanto riguarda l’estetica ci sono solamente un pugno di wallpaper aggiuntivi presi dal ramo Maya, e nulla più.
Una nota negativa è data dall’odiosissimo Flash che è si preinstallato ma tramite il pacchetto artigianale di Mint, che è ancora in versione 11.0! Dato che nei repo ufficiali c’è la versione 11.2 (ultima aggiornata e supportata) con tanto d’integrazione con kde, ci voleva tanto ad usare questo pacchetto? Mistero.
La parte peggiore di Mint 13 kde è senza dubbio il gruppo gestione dei programmi: software manager, gestore pacchetti Synaptic e gestore aggiornamenti. Anche se, ripeto per la millemillesima volta, Synaptic è il miglior gestore del software del mondo (di linux, windows, mac e quel che volete) è purtroppo fatto per gnome, scritto in gtk, e così anche gli altri due. Questo si traduce in una pessima integrazione estetica in kde e nell’aver installato parecchia zavorra di gnome.

Al di la di tutto questo, presa da sola è una distro più che valida, semplice, stabile, veloce, completa e adatta anche ai super principianti. E’ solo sapendo da dove deriva che perde di significato. A mio parere Mint 13 kde avrebbe dovuto mantenere la Suite Muon e il flash originale, aggiungere solamente medibuntu e codec e poi concentrarsi sull’integrazione grafica, su un nuovo tema da sostituire al solito Aria. In fondo facendo quattro clic in Kubuntu 12.04 si ottiene Mint 13 kde, ma con gestori del software in qt meglio integrati!
Ma dopotutto Clem, o chiunque altro, è libero di fare ciò che vuole con la propria distro, solo che esistendo Kubuntu non mi sento di consigliare questa Mint a meno che non si voglia poter dire “io uso Mint kde” anziché “io uso Kubuntu”, per questione di simpatia verso il brand alla menta.

“Chi va a Roma perde poltrona Abubu!”

14 Risposte to “Linux Mint 13 KDE – recensione e confronto con Kubuntu 12.04”

  1. multiplicis Says:

    Dimenticavo. Nella 13 final manca la possibilità di criptare la /home (cosa che su Kubuntu non capita). In più l’update manager è bacato e bisogna fare l’update da Terminale.o_O

    • MasterPJ Says:

      Si questi sono due difetti palesi, e data la nulla mole di lavoro necessaria per creare una mint kde non credo fosse così impensabile dedicarsi al bugfix dell’update manager.

  2. multiplicis Says:

    Muon mi ha deluso sotto molti aspetti, l’unica strada da battere (come è stato detto sopra) è il porting di Synaptic in QT. In tutte le Kubuntu dalla 8.04 ho sempre installato e usato Synaptic, senza preoccuparmi più di tanto dell’estetica.

  3. multiplicis Says:

    Io ho provato ad installare applicazioni tipiche di KDE sotto GNOME e Xfce ottenendo rallentamenti visibili del sistema. Il contrario non è vero. Se installi applicazioni GNOME sotto KDE il sistema non perde reattività. Almeno questa è la mia esperienza pratica su un desktop.

    • MasterPJ Says:

      Hai ragione, la differenza non è paragonabile. Ma qualcosina alle volte si nota, senza contare la totale mancanza di integrazione con il desktop, le notifiche e altro.

  4. italba Says:

    Ma perchè tutta questa insistenza sull’avere solo applicazioni qt? Nei pc moderni manca forse la memoria o lo spazio su disco per caricare anche le librerie gtk? Io adopero Mandriva con kde, il gestore bluetooth di kde non voleva saperne di funzionare, l’ho sostituito con il bluetooth manager di gnome e vivo benissimo! Se mi piace un’applicazione gtk perchè mai non dovrei adoperarla?

    • MasterPJ Says:

      Questione di ottimizzazione del codice rispetto all’ambiente in cui si trova, a volte reattività, a volte estetica e altre per mancanza di integrazione con altri elementi del de. Pensala al contrario: su un desktop gnome in generale mai e poi mai si propongono pacchetti kde, nonostante alcuni programmi (vedi dolphin o okular) sia palesemente migliori. Allora perché viceversa va bene? Kde è un de molto ricco e non necessita della mano di gnome, che al momento non mi sembra possa definirsi ricco. Poi ognuno è libero, giustamente, di mischiare i de come vuole ma la logica (e forse la programmazione in se) suggerisce di fare il contrario.

  5. italba Says:

    Ma che senso ha fare un confronto tra una versione stabile ed una RC? Aspetta un paio di settimane e poi vedi!

    • MasterPJ Says:

      Beh la rc è per definizione la “release candidate” cioè la candidata al rilascio stabile. In questa fase la distro riceve solo bugfix ma è già costruita nella sua interezza e non riceve modifiche strutturali. Se in un paio di settimane di rc riscrivessero interamente Synaptic in qt e cambiassero tema e facessero aggiunte peculiari mi farebbe piacere, ma direi che non accadrà.

  6. jackladen Says:

    Da Kde-dipendente ho provato tempo fa la mint-kde….e purtroppo non posso che rinnovare il mio giudizio: è un accozzaglia di qt-gtk che non porta da nessuna parte.
    poi, per alcuni sarà la migliore distro, rispetto i pareri di tutti….ognuno si istalla la distro che vuole senza se e senza ma.
    jackladen

  7. nakki Says:

    Non so….muon non mi convince…mi ricorda troppo fedora che non ho mai apprezzato proprio per il programma di gestione pacchetti e per vari problemi/bug che mi ha dato nei vari tentativi che ho fatto nel corso degli anni…

  8. nakki Says:

    Secondo te sarebbe tanto difficile fare un porting di synaptic in qt? Che tra l’altro anche secondo me è il miglior programma di gestione software esistente, tanto che non riesco usare distro se non debian based, apparte chakra tempo fa quando aveva appset-qt che un po’ mi colmava la mancanza…

    • MasterPJ Says:

      Non essendo programmatore non saprei… dato che nessuno l’ha mai fatto pur essendo un’idea semplice e perfetta forse si… In ogni caso Muon di Kubuntu è ottimo se devi stare su kde.

    • Alessandro Says:

      È possibile ma è un lavoraccio, anche se credo che ora che la mancanza di un gestore software per KDE in Qt si fa sentire sempre di più (visto che aumenta l’apprezzamento per KDE e nascono distro KDE-centriche) non passerà molto tempo per avere un gestore come si deve🙂


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: