Tek Drops termina ufficialmente il supporto ad Ubuntu

Cari lettori, dopo tanto tempo passato a seguire il progetto Ubuntu, ad offrire recensioni ed articoli di supporto tecnico, oggi chiudiamo con questa fetta di mondo Linux. Ovviamente ci sono delle motivazioni…

Chi ci segue più o meno regolarmente saprà che ormai da un annetto io sono passato a Chakra e Sanzo è passato a Debian testing, prima di questa migrazione entrambi usavamo Ubuntu 10.04. L’arrivo di unity per noi è stato un motivo più che valido per abbandonare la nave, ma fino a poco tempo fa abbiamo continuato a seguire l’operato di Canonical per vedere l’evoluzione della sua creatura. Ora siamo arrivati al punto di voler escludere Ubuntu da questo blog.

Cosa è cambiato? Il problema non è tanto Ubuntu stesso, quanto il fine intrapreso da Canonical: diventare una nuova Apple. Si è iniziato con unity, ubuntu one, ubuntu tv, di recente ci sono state aggiunte di carattere commerciale con il lens shopping e soprattutto con l’arrivo di steam e dei videogame.
Non voglio creare polemiche o le solite crociate contro Ubuntu… dico solo che quello che interessa a me è la qualità della distro e dell’esperienza utente, e dato che Canonical da parecchio tempo si concentra poco sull’utente e troppo sui piani di guadagno a lungo termine, ho deciso che seguire un progetto simile non fa per me, sarebbe una gran perdita di tempo che non porterebbe nulla di buono per il blog. O almeno questa è la mia opinione personale, invece Sanzo si dissocia da questo discorso perché non segue più Ubuntu.

Per concludere, Ubuntu (versione ufficiale con unity) è fuori dai progetti supportati da Tek Drops. Restano però nelle nostre grazie diverse derivate, come Kubuntu e la famiglia Linux Mint dato che sono progetti comunitari in linea con la nostra filosofia e, secondo me, di qualità molto superiore alla distro madre. A costo di perdere dei lettori con questa scelta, preferiamo essere coerenti e concentrare il poco tempo e risorse che abbiamo in progetti che lo meritano. Poco ma buono insomma, la qualità dei contenuti viene prima del contatore di visitatori.

“Johnny sono… molto felice di sentirti vivo. Dove sei? Dacci la tua posizione che ti veniamo a prendere!”
“… Murdock…… sono io che vengo a prenderti…”

16 Risposte to “Tek Drops termina ufficialmente il supporto ad Ubuntu”

  1. pico Says:

    Rambo II – La vendetta

    Molto molto bello anche questo….

    Sbaglio o sto salendo in classifica?😄

  2. nakki Says:

    Per quanto riguarda i driver nvidia non occore ricompilare il kernel, cosa che non ho mai fatto. A me con la mia geforce 9600m gt ho dovuto soltanto abilitare dal sources.list i repo non-free e installare i pacchetti nvidia e poi settare xorg.conf. È vero che bisogna sbattersi un po’ all’inizio, se si hanno parti non riconosciute, installado pacchetti non-free e configurarli ma poi ne vale la pena.
    Se invece si hanno particolari problemi allora andreai sulla lts e derivate. (Xubuntu e Kubuntu in primis)

  3. MasterPJ Says:

    A mio parere Debian va benissimo appunto salvo il discorso compatiblità hardware (poi per il desktop environment vedi tu in base a quale preferisci). Altrimenti per un approccio più easy a livello d’installazione e configurazione, al momento ti consiglio Kubuntu 12.04 lts.

  4. Fed7 Says:

    Bell’articolo😉
    Vi faccio una domandina: quale distro consigliereste per un uso professionale/produzione (office e poco altro in più)?
    tks,
    Fed7

    • nakki Says:

      Ciao, io ti consiglierei distro stabili con supporto a lungo termine: debian stabile, ubuntu LTS (o meglio le derivate ufficiali) oppure centOS.
      Poi dipende da te con quale ti trovi meglio, io personalmente mi trovo bene con debian e derivate ma è solo per abitudine e per synaptic, ad es ora sto utilizzando kubuntu 12.04.1 LTS e mi trovo molto bene, la distro va meglio di quello che mi sarei aspettato, anche molto veloce, a dispetto di quello che molti dicono…

    • Sanzo Says:

      Personalmente concordo con nakki, ma occorre una precisazione, Debian è perfetta se hai il sistema (perfettamente) compatibile, altrimenti devi farti lo sbattimento iniziale per risolvere problemi legati a driver e a software non open; dopodiché diventa un’ottima distro da usare nel quotidiano (sia per la casa che per l’azienda). Stabilità e sicurezza sono due punti fermi della loro politica.
      Se fossi un imprenditore o un libero professionista, con le mie attuali consocenze sulle varie distro non avrei dubbi, Debian stable per ogni pc o server a mia disposizione.

      • Fed7 Says:

        [quote]Debian è perfetta se hai il sistema (perfettamente) compatibile, altrimenti devi farti lo sbattimento iniziale per risolvere problemi legati a driver e a software non open[/quote]

        già .. ho già lottato un paio d’ore con la ricompilazione del kernel, per installare i driver della mia nvidia geforce rt520😉

        mi sembra di essere tornato ai tempi dei primi ctrl sata😀😀

  5. Jackladen Says:

    @ MasterPJ
    se devo essere sincero non me la sento di darti consigli su Arch….sono un tenero arciere, non vorrei fare malanni!!!!
    per quanto riguarda l’installazione ti posso dire che è molto più facile da fare che da spiegare, a patto che abbi un muletto su cui fare alcune prove ( dopo 4-5 installazioni formatterai al volo perchè avrai capito bene ogni fase di installazione).
    Punti di forza di Arch sono la flessibilità, l’essere rolling, AUR, nessun desktop predefinito……e tante conoscenze che si acquisiscono strada facendo.

    i contro sono che, ad esempio, se installi KDE full avrai un mastodonte di desktop ultrazeppo di software, se parti dall’istallazione base ti costruisci il desktop che vuoi, ma incontrerai sempre qualche cavolata che ti fa perdere tempo (ad esempio ti devi installare perfino kmix per avere l’icona sulla barra e poter alzare il volume).

    Se poi esci dal solco dei desktop “completi” quali KDE-Gnome-Cinnamon la vedo dura per chi è alle prime armi…..ho rinunciato ad Lxde perchè ci vuole troppo lavoro.

    ovviamente si tratta di pareri personali, ma la velocità, la fluidità e la reattività di arch non l’ho trovata in nessuna distro
    jackladen

    • Sanzo Says:

      Questo commento scommetto che tenta MasterPJ quanto me, circa il provare arch; siamo entrambi felici di imparare sempre più sul mondo linux e qui sembrano esserci mesi di apprendimento intenso. La proverei anche io che ormai sono un debianista!
      Purtroppo il tempo è tiranno, figurati che personalmente non riesco nemmeno a risolvermi quei due problemucci (finezze più che problemi) che ha Debian! Usando il sistema del so backup problemi non ne avremmo perché un so gira sempre e quindi il pc funziona comunque, ma il tempo dannazione…
      A volte vorrei che le giornate durassero 36 ore o più, ma la mole di impegni cresce più velocemente del tempo a disposizione quindi mi troverei con ancora meno tempo libero.
      Porcaccia!

      • MasterPJ Says:

        Si, mi hai rubato il post dalla tastiera.😉 Provare e padroneggiare arch è un po’ il prossimo fine da raggiungere, ma come dice Sanzo il tempo è più che tiranno. Certe volte mi chiedo come abbiamo fatto finora a portare avanti il blog in due.
        “Noi duuuuueeee…. noi duuuuueeee…. mai più saremo soli e questo sai perchè…”

  6. MasterPJ Says:

    Grazie nakki, si fa quel che si può🙂
    @ Jackladen: mi piacerebbe parlare di arch, il problema è che (ancora) non la conosco quasi per niente e non ho mai nemmeno provato ad installarla, anche perché sento ovunque che è parecchio difficile e il tempo per imparare tante cose nuove latita spaventosamente… Ho sentito che ci sono script e fork atti semplicemente a semplificare l’installazione, ma anche li non sono ancora riuscito ad approfondire. Se hai suggerimenti su come farmi fare un giro di arch rapido e semplice per inquadrare la distro mi faresti un favore😉

  7. nakki Says:

    Anch’io sono d’accordo: da tempo non uso più ubuntu, ho usato debian, chakra, arch, ora sto provando opensuse e ho un’installazione con Xubuntu oneiric come distro stabile, per ogni evenienza…
    Ubuntu e le sue politiche mi convincono sempre di meno, non per questo la rinnego: è grazie a lei, a canonical e ad alcuni amici se ho iniziato ad usare ed apprezzare linux, ma sono convinto che unity sia una ciofeca e sia troppo poco comunitaria. A questo punto sto attendendo l’uscita di wheezy per rimpiazzare xubuntu e nel frattempo provo altre distro, rigorosamente kde-centriche, per cercare di trovarne una che mi faccia sentire come ai tempi di ubuntu + gnome2: a casa!
    Continuate così!

  8. Jackladen Says:

    ottima scelta,complimenti…..da sempre utente kde, e quindi, non mi interessa personalmente ma di questi tempi la coerenza e la lealtà sono valori su cui nessuno scommette più.
    Inoltre, se avete un pochino di tempo parlate di Arch….non tanto dell’installazione ma della manutenzione dei vari desktop in base a quello che usate-vi piace….
    alla prossima
    Jackladen

  9. ylian89 Says:

    Sono pienamente d’accordo con voi! Io ho usato ubuntu dalla 6.06 fino alla 10.10, ultima senza unity. E non credo che l’arrivo di steam possa farvi cambiare idea perchè comunque il 99% dei giochi continuerà a girare solo su windows. Ora mi sto concedendo debian

    • MasterPJ Says:

      L’arrivo di steam sarà un’arma a doppio taglio per tutto il mondo Linux, porterà tanti vantaggi ma anche potenziali problematiche e marciume provenienti dal mondo dei videogames e degli utonti. Difficile far previsioni ma il tema è certamente complesso e troppo acerbo per fare affermazioni, vedremo più avanti. Per il momento continuiamo sui nostri binari e via così🙂


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: