La mia migrazione verso Google Chrome/Chromium

chrome_logo

Da qualche giorno ho deciso di dare un’altra occasione al browser targato Big G, dopo la mia ultima esperienza poco soddisfacente risalente a più di un anno fa. L’ho trovato molto più maturo, rifinito e migliorato sotto diversi aspetti… tanto da diventare il mio browser predefinito sul pc desktop con Chakra.

Direte: a noi che ci frega quale browser usi? Nulla, ovviamente. Voglio solo mettervi sui piatti della bilancia pregi e difetti di questo browser, per spiegarvi cosa vi può offrire di meglio e peggio rispetto al sempreverde Firefox, che non ho assolutamente scartato, solo lo tengo in panchina per essere chiamato all’occorrenza.
Sottolineo subito che sto usando Chrome anziché Chromium non perché mi sia bevuto il cervello, ma per motivi strettamente pratici legati a Chakra che vi spiegherò prossimamente.

Quando provai di sfuggita Chrome tempo addietro, intorno alla versione 15 circa, gli unici aspetti positivi che trovai rispetto a Firefox erano la velocità/fluidità delle animazioni flash e il sandbox dei processi. Per il resto era mediamente più lento di Firefox ad aprire le pagine e poco personalizzabile per via del numero (e qualità) di estensioni non paragonabile con il panda rosso.
Siamo alla versione 23, la scorsa settimana tanto per provare qualcosa di nuovo a tempo perso ho scaricato il bundle su Chakra e sono rimasto piacevolmente sorpreso, soprattutto dalle possibilità di espansione e personalizzazione aggiunte, inoltre la velocità di apertura delle pagine ora è alla pari con Firefox e la fluidità del flash resta la migliore in circolazione. Oltre alla sensazione personale di differenza di prestazioni, ho voluto fare un test tramite il sito peacekeeper ed il risultato dei benchmark mi ha dato conferma:

firefox17_test

chrome23_test

Ora il Chrome Web Store è molto più fornito, ci sono più estensioni e si è aperto un mondo di web app che derivano da Android, c’è n’è davvero di tutti i generi. Una cosa che mi è piaciuta molto delle estensioni: quando le si vuole aggiungere a Chrome vengono elencati i permessi richiesti dall’estensione per funzionare, in modo da aumentare la trasparenza di ciò che si installa.
E’ possibile “accedere” a Chrome con il proprio account Google e tenere sincronizzato tutta la nostra vita nel web in modo da ritrovarla accedendo da altri pc o dispositivi mobili, tutto ovviamente con la possibilità di crittografare interamente i dati trasmessi. Unica pecca: le estensioni si sincronizzano in quanto ad “essere installate” ma le modifiche che facciamo restano in locale, quindi su ogni pc andranno riconfigurate. La stessa possibilità la si ha con Firefox sync, questione già affrontata da Sanzo in diversi articoli: account Firefox, accout Chrome, Firefox sync, Chrome sync. E’ possibile inoltre creare più utenti, in modo da avere la navigazione personalizzata per tutti coloro che usano il browser. Anche questo è possibile farlo in Firefox, ma in modo meno intuitivo.

Una parentesi a parte la voglio fare sull’estetica del browser in ambiente kde. Come sappiamo sia Firefox che Chrome sono fatti in gtk, per questo in Chakra sono disponibili tramite bundle (o ccr eventualmente), questo rende difficile l’integrazione con il de e soprattutto bisogna lavorare un pochino sull’aspetto. Di default entrambi i browser non sono proprio il massimo, Firefox lo si può migliorare tramite l’estensione Oxygen KDE ma purtroppo non viene aggiornata abbastanza velocemente e spesso risulta incompatibile con le nuove versioni di Firefox. Chrome o lo si tiene con i bordi di sistema e il tema gtk di default, oppure si usano i suoi bordi e si installa un tema pulito ed ecco qui cosa si può ottenere:

chrome-scan

Va a gusti, a me piace, ma di certo rispetto ai colori base e le schede predefinite c’è una differenza abissale. Quello che vedete nello screen è speed dial 2, una versione nuova e migliorata rispetto alle estensioni simili che permette enorme personalizzazione ed integrazione con i servizi Google. Per ovvi motivi ho cancellato alla buona i miei siti😉

Tutto è oro ciò che luccica? No, anche Chrome non è esente da difetti. Come sempre la sandbox è un arma a doppio taglio e rende il browser un avido divoratore di ram, in effetti consiglio l’utilizzo di questo browser solo su pc con almeno 2 giga di memoria altrimenti sarete un po’ stretti. Altra cosa, è difficile fare paragoni sulle estensioni ma la mia personale sensazione è che Chrome punti molto sulle web app e l’interazione tra l’utente e i servizi Google, mentre Firefox punta tutto su utili tool per la pura navigazione, una politica probabilmente più adatta agli utenti avanzati.
Il mio avvicinamento a Chrome è un esperimento che finora sta riuscendo bene, e gioverà anche al blog. Restate con me per approfondire alcuni aspetti sull’utilizzo pratico di questo browser.

“Sapete che ha seguito una dieta speciale? MIIIIA!!! Hhiiiiii! …
…un mix di anfetamine, colla vinilica e supposte di oppio e metadone!”

10 Risposte to “La mia migrazione verso Google Chrome/Chromium”

  1. MasterPJ Says:

    il pepper flash è un nuovo flash sviluppato con nuove API e disponibile solo per chrome, in pratica è un flash in sviluppo e in teoria è meglio perché nel tempo dovrebbe ricevere novità e miglioramenti vari. Il flash normale è “morto” nel senso che lo sviluppo è fermo in modo indefinito alla versione 11.2 e adobe rilascia solo bugfix. A parità di performance e in assenza di problemi, quindi sarebbe da preferire pepper flash, almeno finché il mondo non decide di cestinarlo per davvero in favore di html5.

  2. MasterPJ Says:

    Gente non mi sono sbilanciato a parlare di pepperflash (il nuovo flash disponibile solo per chrome) in questo articolo perché mi ha dato molte noie per diversi giorni. Dopo vari smanettamenti e consigli dal forum ufficiale ho trovato una soluzione che fa funzionare tutto alla perfezione, nei prossimi giorni ci faccio un’articolo sperando sia utile a molti, dato che in rete leggo di parecchie persone con questo problema e nessuna valida soluzione.

    • nakki Says:

      Il pepper flash lo disabilitavo sempre quando usavo chromium su chakra, andando su about:plugins, aprendo i dettagli e lasciando attivo quello dei repo.
      Mi dava vari prolemi nei video di youtube, in particolare quando mandavo a tutto schermo laggava…

      • MasterPJ Says:

        Può avere diverse origini questo problema, a me per esempio va fluido quanto quello 11.2 dei repo anche a schermo intero e 1080p. Disattivare il pepperflash e lasciare attivo quello dei repo è una soluzione, ma se non si hanno problemi in teoria è da preferire dato che pepperflash è l’unico in fase di sviluppo vero, mentre il 11.2 riceve solo bugfix.

  3. ylian89 Says:

    Firefox forever, lo uso da anni e mai un problema o rallentamento, anche su pc non recenti

  4. nakki Says:

    Master, io ultimamente ho fatto il contrario: da anni di utilizzo di chromium sono ritornato a Firefox e devo dire che mi trovo bene. Firefox di chakra e di molte altre distro, l’ho trovato più lento rispetto a quello di kubuntu. Poi complice il fatto che sui repo ufficiali chromium non è aggiornato e quindi ho voluto provare a tornare a ff e ne sono felice.
    Varie volte nel tempo riprovai firefox ma non mi soddisfava ora invece mi trovo molto bene.
    L’unica cosa che mi manca è la possibilità di nascondere la barra dei segnalibri e farla apparire solo su una nuova scheda vuota, in modo da avere i propri siti preferiti a portata di click. Su ff o è nascosta o è visibile…

    • Sanzo Says:

      Puoi usare plugin come fast dial o speed dial, magari non li metti come hompeage ma li metti in modo che sono la pagina di default delle nuove schede. In questo modo semplicemente aprendo una scheda nuova avresti tutti i tuoi preferiti. L’unico sbattimento è che devi impostare la pagina inserendo i link, dopodiché però funziona tutto

    • MasterPJ Says:

      Usare Firefox e Chrome su Chakra non è come su Kubuntu, se usi le versioni nei bundle sono dei mattoni. Ho già fatto un’articolo, che trovi nell’indice, su come installare Firefox da binari in Chakra e a breve parlerò anche del sistema migliore da usare per Chrome.
      Firefox è un’ottimo browser, intendiamoci, questo mio passaggio al momento è dovuto al fatto che lo trovo più veloce, semplice nella gestione multiutente, comodo per il sync e l’integrazione con diversi servizi Google ed esteticamente più malleabile.

      • nakki Says:

        Il fatto è che usavo sia chromium che firefox da bundle e chromium mi andava alla pari delle altre distro: veloce e scattante nei caricamenti delle pagine; mentre fifox è sempre andato più lento.
        Ora su kubuntu noto meno differenze tra i due browser in quanto a velocità.
        Posso chiedere che differenze ci sono tra il flash normale e pepper flash?

  5. Gautam Says:

    Ci vogliono un paio di giga per navigare con firefox; che è tra i più usati, quello che consuma meno ram.
    Con chrome, a meno che non sia l’unico applicativo in uso, si sta comodi dai 3 giga in su, a meno di non aprire più di due o tre tab alla volta.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: