Chakra Benz è fra noi, e accoglie con gioia KDE 4.10

chakra-logo3

Dopo un solo giorno dal rilascio stabile dell’ultima incarnazione del drago, Chakra lo sguinzaglia nei suoi repository. Ovviamente kde 4.10 è stato nel ramo testing per settimane, come sempre per assicurare la massima stabilità agli utenti. Diamo uno sguardo alle novità, salutiamo Claire e diamo il benvenuto a Benz!

Intanto complimenti agli sviluppatori e ai tester di Chakra, perché nell’arco di 4 giorni sono stati aggiornati il kernel (3.7.6), lo stack audio, i driver Catalyst (13.1) e kde, in modo del tutto liscio e senza dover intervenire in alcun modo. Per il changelog completo vi rimando all’annuncio ufficiale.

plasma-4.10

I cambiamenti e i miglioramenti sono davvero tanti ma introdotti in modo sottile, cosicché l’utente possa averne tutti i vantaggi senza però cambiargli le carte in tavola. Questo è uno dei grossi pregi di kde negli ultimi anni: migliorare, correggere, aggiungere e smussare mantenendo coerente l’esperienza di utilizzo.
In effetti a colpo d’occhio kde 4.10 non si fa notare, solo andando alla ricerca delle novità le si coglie. Tra i cambiamenti più tangibili troviamo (il nuovo wallpaper 😆 ) l’integrazione del protocollo MTP con Dolphin, infatti questo è il primo desktop environment che in automatico si interfaccia con dispositivi che lo utilizzano, come gli smartphone Android di ultima generazione, e permette di gestirli come fossero una normale usb (sinceramente ho fatto una prova con il mio Galaxy S2 e non funziona, come prima… dovrò informarmi).
Abbiamo poi una nuova lock-screen personalizzabile nello sfondo e con (alcuni) plasmoidi, davvero molto bella a vedersi e pratica nei notebook. Nuovo gestore delle stampanti, ora più user-friendly e che integra (non so se valga sempre, nel mio caso si) la visualizzazione dei livelli d’inchiostro. Il tema Aria è stato rivisto e reso più piatto e moderno, ma a noi utenti Chakra conviene gongolarci con temi decisamente migliori come Ronak, Caledonia e Helium. Per guadagnare pixel sono stati integrati l’appmenu a tendina e per fare gli sboroni è stato introdotto il supporto ai wallpaper animati.
Dal punto di vista delle performance sono stati fatti notevoli passi in avanti tra kde e i driver Catalyst, inoltre la progressiva e massiccia riscrittura in qml dei vari componenti sta alleggerendo e velocizzando visibilmente il desktop environment.

chakra_benz_scan1

Solo un consiglio nel caso non installiate Chakra da zero ma aggiorniate dalla versione precedente: le diverse modiche effettuate a plasma, e la riscrittura in qml di diversi componenti, possono creare conflitti con le vostre personalizzazioni e i vostri plasmoidi. Nel caso riscontriate problemi, eliminate la cartella nascosta (visibile tramite alt+. in dolphin) nella home chiamata .kde4, o meglio rinominatela .kde4OLD per avere una copia di backup. Rifate il login e avrete il desktop e le impostazioni azzerate, dovrete reimpostare tutto ma almeno i problemi saranno spariti.

Sarò ripetitivo, sarò scontato ma nuovamente mi sento in obbligo di ribadire che kde sta seguendo un percorso a dir poco azzeccato, ogni mese e ogni anno fa passi da gigante portando una valanga di novità e miglioramenti senza mai far storcere il naso agli utenti, che si trovano sempre un desktop coerente e completo.
Se a questo aggiungiamo l’ottimo lavoro, la precisione e la cura con cui Chakra lo accoglie e lo plasma, troviamo una distro formidabile capace di far impallidire tutte le altre che propongono il drago appena uscito dall’uovo, senza averlo messo a dieta, senza averlo allenato e senza avergli fatto passare ore in sala trucco.

“Cosa vedono i tuoi occhi di elfo?”
“Quhello he vedono i tuhoi… cosa hazzo vuoi he vedano???”
“…Giusto.”
“Ma hi l’ha detta sta hazzata che noi elfi si vede di più? Oh tu l’ha sentita al tg4?”

Annunci

21 Risposte to “Chakra Benz è fra noi, e accoglie con gioia KDE 4.10”

  1. nakki Says:

    Posso chiedervi delucidazioni su pyload installato da ccr?

  2. Enrico Basso Says:

    Rieccomiii 😀
    Dunque, ho appena installato 4 volte consecutivamente la nuova Benz su hdd, risultato: quando seleziono la voce “Chakra” dal nuovo grub 2 appare una simpatica schermata nera che ha l’aria di non andarsene. Ho fatto l’installazione in più modi, da DVD e USB (ma sempre con la stessa iso >.<), qualcuno ha idee?
    Era la prima volta che mi cingevo ad farmi da solo le partizioni, ero abituato ad ubuntu, ma penso di aver fatto tutto correttamente:
    1- 15gb ext4per "/"
    2- tot gb (non ricordo) ext4 per "/home"
    3- 2.6 gb linux swap
    nel riepilogo dell'installazione tribe mi diceva che avrebbe usato le partizioni come gli avevo detto.
    Mi metto a riscaricare l'iso?
    🙂

    • MasterPJ Says:

      Si riprova con la iso, ma può essere un problema hardware o di driver. Usi un notebook? Quale scheda video e con quali driver hai installato?

      • Enrico Basso Says:

        Dunque dunque, dov’è che tribe chiede dei driver?
        Uso un fisso (assemblato), ho una Ati Radeon HD 4650.
        Riscaricherò la iso, il punto è che non posso scaricarla dal link del sito ufficiale perché la mia connessione ogni tanto parte e mi annulla il download diretto (>.<), per cui ho usato un torrent trovato in rete…

      • nakki Says:

        Tribe non ti chiede se vuoi i driver proprietari. Prima che si avvii la sessione live ci sono varie voci, se non erro la seconda dice “non-free” e con quella fa partire, e poi installa in automatico, i driver proprietari.
        La live comunque si avviava normalmente e il problema si presentava solo dopo installato, giusto?
        Potrebbe essere o un problema di driver o di grub che avvia “male” il kernel.

      • andreazube Says:

        @Enrico Basso

        Un torrent trovato per la rete????????

        Usa firefox e “down them all”, oltre a velocizzare notevolmente il download, questo tool pemette anche di fermare e riprendere il download, anche in caso di mancanza di rete

  3. MasterPJ Says:

    A quel che so Ubuntu one non va proprio a braccetto con dolphin, forse dovresti usare l’interfaccia web. Oppure cloud con client che vanno su ogni so e ogni de, come dropbox.

  4. nakki Says:

    Grazie mille! Vorrei mantenere questa versione per stabilità, in quanto non necessito della 4 (che essendo appena uscita immagina sia un po’ meno stabile della collaudata 3.6.x), e per mantenere una versione simile in tutte le distro che uso…non ho idea se ci potrebbero essere problemi di incompatibilità, e sinceramente non voglio scoprirlo a mie spese (devo scrivere la tesi e mi serve intercompatibilità tra le varie versioni in debian, kubuntu e chakra). Ho altri due piccoli problemi che mi si presentano: non riesco ad abilitare laptop-mode-tools, ho guardato nel wiki di arch (in quello di chakra non c’è nulla) e dopo aver installato e configurato laptop-mode, ho dato il comando sudo systemctl enable laptop-mode-tools.service, ma sembra non cambi niente.
    Poi volevo provare a installare da ccr ubuntu one in quanto mi sarebbe molto utili per sincronizzare vari documenti, ma mi da diversi errori: http://pastebin.com/9GgN5HJY

    grazie a chiunque riuscisse a darmi qualche dritta…

    • andreazube Says:

      Dopo aver dato “systemctl enable laptop-mode-tools”, hai riavviato? perchè con enable ti avvia all’avvio il servizio, non lo avvia quando dai il comando. Per farlo, dai
      “systemctl start laptop-mode-tools”

      • nakki Says:

        ehm….in effetti no…..grazie…
        sto facendo mille cose assieme e mi perdo un po’ di pezzi per strada.
        grazie andrea (abbiamo lo stesso nome)!

  5. andreazube Says:

    Ops… deve diventare
    # Pacman won’t upgrade packages listed in IgnorePkg and members of IgnoreGroup
    #IgnorePkg =
    IgnoreGroup=libreoffice

  6. nakki Says:

    Aaaaahh volgio installarla, non resisto più! Ma non ho molto tempo per farlo….NON SO PIÙ CHE FARE

    • nakki Says:

      Alla fine ho reinstallato….ma come spesso succede il ritorno mi sta dando qualche grattacapo. Come faccio se voglio mantenere libreoffice alla versione 3.6.x, ma aggiornare normalmente gli altri pacchetti?

      • MasterPJ Says:

        Non saprei… dovrebbe esserci il comando da pacman per bloccare la versione, ma dovrei vedere. Come mai non vuoi aggiornare libreoffice?

      • andreazube Says:

        Semplice. Apri il file /etc/pacman.conf
        sudo nano /etc/pacman.conf

        e togli il cancelletto da “IgnoreGroup”, in modo che diventi

        # Pacman won’t upgrade packages listed in IgnorePkg and members of IgnoreGroup
        #IgnorePkg =
        IgnoreGroup=libreoffice

  7. andreazube Says:

    Si, in effetti le novità non sono evidenti 🙂

  8. Vellerofonte Says:

    Lo svarione degli anelli!!!!!!

    Forza Chakra!

  9. Stefano "Sekhemty" Says:

    Non vedo l’ora di provarlo.
    Anche se mi piaceva di più lo sfondo grigio in stile art deco 😀


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: