Guide di Chakra: che il terminale sia con te – parte 1/2

tux-chakra-guide

Nonostante Chakra sia una distro estremamente curata, stabile, veloce e semplice, ha un difetto che tiene lontana una grossa fetta di utenza: bisogna gestire il software da terminale. Oggi voglio sfatare qualche mito e fornire una semplice spiegazione per tutti colori che sono terrorizzati dalla riga di comando.

Se ci pensate bene, mediamente, chi ha più blocchi psicologici verso il terminale sono proprio gli utenti giovani. Da un lato i nativi digitali e soprattutto i nativi touch (intesi come generazioni) hanno dimestichezza con i dispositivi informatici, sanno cavarsela più o meno bene nell’utilizzo quotidiano di pc, smartphone e tablet ma appena vedono il cursore lampeggiare in attesa di comandi vanno in paranoia.
Viceversa, la precedente generazione (quella dei nostri genitori, all’incirca) ha conosciuto i pc in età più avanzata e ha vissuto l’epoca del dos. Paradossalmente, oggi un cinquantenne può avere meno difficoltà ad usare il terminale rispetto a un teenager.

Tornando a noi, usare la konsole per gestire il software su Chakra non è niente di trascendentale e non richiede di essere esperti smanettoni. Basta solo un minimo di voglia d’impararlo/capirlo e in poco tempo tutto diventerà abitudine, anzi vi renderete conto di quale potete strumento avete fra le mani e non potrete più farne a meno. In effetti usando Chakra da un pezzo è diventato talmente normale usare il terminale, che anche quando metto le mani su una distro debian based non uso più i vari synaptic, software center, muon ecc…
Riconosco però che sia un metodo un pochino più lento, infatti scrivere richiede più secondi che mettere due spunte col mouse, ma la flessibilità e l’efficienza del terminale non si battono.

Vediamo ora i comandi. Prima di tutto è necessario sapere che il package manager usato da Chakra (al momento) è pacman, lo stesso usato da Arch e derivate. Altra cosa da sapere è cos’è il comando basilare “sudo”, che è l’acronimo di “Super User Do”, non fa altro che dare poteri di amministratore all’utente, limitatamente al comando successivo inserito, infatti quando si usa il sudo viene richiesta la password di amministratore. La logica del comando quindi è la seguente:

sudo pacman -comando

Cioè leggendo: “con poteri di amministrazione uso pacman con il tal comando”. Il comando da usare dipende cosa volete fare, trovate l’elenco completo richiamando l’help in questo modo:

sudo pacman –help

I comandi che più ci interessano al momento sono quelli per installare e rimuovere il software, andiamo con ordine per capirne la metrica e la logica.
Mettiamo di voler installare VLC, il famoso player multimediale:

sudo pacman -S vlc

L’opzione -S (occhio, deve essere maiuscolo) installa il pacchetto inserito dopo, si possono installare tutti i pacchetti che vogliamo lasciando uno spazio fra uno e l’altro:

sudo pacman -S vlc virtualbox ecc…

Le dipendenze saranno richieste in automatico, se ricevete errori è perché avete fatto un errore di battitura nello scrivere il nome del pacchetto oppure non esiste.
Rispetto al comando -S base, io preferisco usare il comando -Sy perché la y fa controllare che i repo siano aggiornati prima di procedere all’installazione, in modo da evitare errori di dipendenze:

sudo pacman -Sy vlc

Se invece vogliamo rimuovere un pacchetto installato, il comando da utilizzare è:

sudo pacman -R vlc

Questo rimuove il pacchetto lasciando intatti i suoi file di configurazione per eventuali successive reinstallazioni. Se invece vogliamo piallare tutto, impostazioni comprese, bisogna dare:

sudo pacman -Rn vlc

Se poi vogliamo eliminare anche le relative dipendenze che non servono più, cioè per fare piazza pulita per bene, il comando deve essere:

sudo pacman -Rns vlc

Tutto questo implica il sapere il nome dei pacchetti che vogliamo gestire, se non lo sappiamo basta avere alla mano il database online dei pacchetti.
Per oggi abbiamo finito, la prossima volta vedremo come aggiornare il sistema, come effettuare ricerche (per non aver bisogno del database online) e come gestire i ccr.

“Inchinati di fronte a me… MASCELLONE!”

Annunci

8 Risposte to “Guide di Chakra: che il terminale sia con te – parte 1/2”

  1. MasterPJ Says:

    Se non lo usi sei un wookiee :p

  2. Jackladen Says:

    “….e con la tua tua conoscenza informatica,
    dacci oggi il nostro #pacman -Syu quotidiano
    rimetti a noi i nostri bug
    come noi li rimettiamo ai nostri sviluppatori
    e non ci indurre in tentazione dei Mac
    ma liberaci da Winows in secula seculorum
    amen”

    spero proprio che non si sia offeso nessuno, non era mia intenzione, ma leggendo il titolo del terd non ho resistito.
    mi scuso preventivamente con chiunque si senta toccato dal punto di vista religioso.
    Jackladen

    • MasterPJ Says:

      huhuhuhu bella! 😆
      No direi proprio che non è offensivo, anche perché il titolo voleva essere a “che la forza sia conte te” 😉

      • andreazube Says:

        Se uso il terminale la forza è con me… se non lo uso, sono un sith o un comune essere non sensibile alla forza?

  3. MasterPJ Says:

    @andreazube e paolo:
    avete ragionissima entrambi!!! Corretto e integrato, grazie delle segnalazioni 😉

  4. francesco_dem Says:

    Ottima guida, aspetto la seconda parte 🙂

  5. paolo Says:

    riga di comando, non linea… perché non c’è nessuna linea (linea retta, linea curva), ma c’è un comando scritto su una riga o a volte su più righe. Tranquillo, su questo “false friend” ci siamo passati tutti 😉
    http://tp.linux.it/glossario.html

  6. andreazube Says:

    Io citerei pacman -Rs, che toglie anche le dipendenze inutili, per il resto bella guida 🙂


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: