Guide di Chakra: che il terminale sia con te – parte 2/2

tux-chakra-guide

Eccoci qui con la seconda parte della guida al terminale su Chakra. Dopo ciò che abbiamo appreso nella prima puntata, oggi vediamo come effettuare ricerche, aggiornare il sistema e gestire i ccr direttamente da konsole.

Partiamo con l’aggiornamento del sistema. Chakra offre una comoda notifica automatica che ci avvisa della presenza di updates, ma toccherà a noi installarli. Prima di ogni aggiornamento, soprattutto per quelli “grossi” come nuove versioni di kde, del kernel o dei driver, è bene controllare che il nostro mirror sia sincronizzato, per evitare errori durante la procedura. Apriamo il terminale e diamo:

mirror-check

Se l’esito è positivo per tutti i repo possiamo aggiornare tranquilli, altrimenti aspettiamo qualche ora o un paio di giorni al massimo e riproviamo finché non c’è il via libera.
Si possono usare due comandi per aggiornare il sistema:

sudo pacman -Syu
sudo pacman -Syyu

Il primo comando controlla che le nostre liste pacchetti sia aggiornata con quella del mirror, se non lo è scarica la versione aggiornata, dopodiché si procede all’aggiornamento.
Il secondo comando, che richiede un pugno di secondi in più ma anche quello personalmente preferisco, scarica e aggiorna le liste dei pacchetti a prescindere. Nel 99% dei casi non è necessario, ma in passato mi è capitato una volta un errore a causa di una lista non aggiornata correttamente con il primo comando, e da allora vado con i piedi di piombo.
Ultima cosa da dire sugli aggiornamenti: quando vedete che sono tanti o importanti, prima di fare qualsiasi cosa è bene dare un occhio alla sezione news del sito ufficiale, nel caso siano indicati degli interventi manuali da fare prima, durante o dopo la procedura.

Per quanto riguarda la ricerca dei pacchetti da installare si può comodamente usare il database online, oppure operare da terminale con il comando:

pacman -Ss nomepacchetto

Non vi preoccupate se non sapete il nome esatto (anche perché sennò a che servirebbe la ricerca? 😉 ), i risultati avranno tolleranza mostrando tutte le possibilità attinenti.
Se invece volete rimuovere un programma/pacchetto installato e dovete cercare il nome esatto, il comando è:

pacman -Qs nomepacchetto

Infine parliamo dei ccr. Premesso che, salvo estrema necessità, sconsiglio l’uso dei ccr per motivi di sicurezza e per possibili problemi d’incompatibilità o instabilità, per cercare i pacchetti c’è sempre il database online. Altrimenti usate il comando:

ccr -Ss nomepacchetto

Poi procedete all’installazione in modo analogo ai normali pacchetti, ma senza sudo:

ccr -S nomepacchetto

Anche l’aggiornamento dei ccr avviene coerentemente con:

ccr -Syyu
(oppure: ccr -Syu)

Per la rimozione di un pacchetto installato da ccr… il discorso cambia! Nel senso che il comando non sarà, come sarebbe intuibile:

ccr -R nomepacchetto

Questo perché durante l’installazione viene creato un normale pacchetto, che viene visto dal sistema come se fosse arrivato dai repo ufficiali, quindi il comando di disinstallazione sarà (con eventuali variabili aggiunte per pulire impostazioni o dipendenze):

sudo pacman -R nomepacchetto

Se non ricordate il nome esatto, usate il comando indicato sopra per la ricerca fra i pacchetti installati.

Bene, con questo dovreste avere a disposizione tutti gli strumenti per gestire il sofware su Chakra in modo semplice ed efficace. Facciamoci passare la fobia da terminale e viviamo sereni con una delle migliori distro in circolazione.

“Sei del Texas?”
“No… di Gallarate!”

Annunci

5 Risposte to “Guide di Chakra: che il terminale sia con te – parte 2/2”

  1. MasterPJ Says:

    -Ss lo metto per la pura ricerca. Cmq tnx per le precisazioni 😉

  2. andreazube Says:

    Però una cosa: ccr -Syu ti aggiorna tutto, sia pacchetti normali che ccr. Puoi però usare l’opzione –ccronly 🙂

    Inoltre, non serve il “-Ss”, lo fa direttamente se non metti argomenti. A proposito, potresti trovare interessante questa mia guida: http://forum.chakra-project.it/index.php/topic,5239.0.html

  3. andreazube Says:

    Non ho idea del film, ma di sicuro è italiano. Perchè io a Gallarate non ci abito, ma ci vado comunque tutti i giorni per lavoro 😛

    • Sanzo Says:

      E’ una citazione epica perché quando la vedi ti piega in due dal ridere per quanto è assurda. Speriamo che qualcuno la colga prima o poi perché sennò vivrai in eterno con sta lacuna, che è grave!
      Quasi quasi la colgo io u_u.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: