Guida alla configurazione di un pc da gaming – introduzione

gaming-pc

Nelle prossime settimane vi proporrò una serie di articoli atti a guidarvi nella scelta dei componenti hardware, se voleste assemblarvi da soli un pc da videogames. Negli ultimi mesi ne ho costruito uno per me stesso e voglio riportarvi quello che so, la mia esperienza e le mie scelte per aiutarvi in quest’ambito molto complesso.

Sappiate che sono capaci tutti di fare un pc da gaming affidandosi ai negozianti oppure comprando semplicemente i pezzi più costosi sul mercato. Eggrazie! Lo scopo qui è innanzitutto imparare tutto ciò che c’è da sapere sull’hardware e su come esso influisca sulle performance, in modo che tutti coloro che non hanno fondi monetari illimitati possano giocare al pc ad alti livelli, riuscendo a risparmiare ogni centesimo possibile dove altrimenti andrebbe sprecato. E’ proprio quello che ho fatto io: senza avere un budget fisso iniziale, ho voluto ottenere il miglior rapporto possibile fra performance/prezzo/consumo energetico/qualità costruttiva.
Sappiate che esistono dei pc fissi preassemblati per il gaming con diverse configurazioni, sono però soluzioni che preferisco evitare perché non sono proprio su misura oppure perché con gli stessi soldi lavorando da soli si ottengono risultati migliori, inoltre questo non ci permette d’imparare nulla sull’hardware che abbiamo.

Un pc da gaming è piuttosto costoso, per questo potreste adottare il metodo che ho usato io, cioè comprare i pezzi uno alla volta quando il portafoglio lo permette: questo mese tal pezzo, il prossimo un altro e così via. E’ un sistema che non va a braccetto con l’impazienza di sedersi e giocare, ma permette ottimi acquisti e un risultato finale con pochi compromessi. Inoltre non è una fucilata come dover sborsare tutto subito e non richiede un reddito fisso come per un finanziamento.

Ovviamente i primi pezzi dovranno essere i più “universali”, mentre lasceremo per ultimi i più legati fra loro. Per capirci dovendo dare un ordine di priorità, per esempio questo può essere un buon ordine cronologico da seguire:

1) Case
2) Hard disk e RAM
4) Processore
5) Dissipatore cpu
6) Scheda madre
7) Scheda videoultima parte
8) Alimentatore
9) Accessori vari se mancano (mouse, tastiera, gamepad, headset, ecc…)

Man mano la scelta si fa sempre più ardua per via delle moltissime variabili in gioco e, non avendo possibilità di fare dei test gratis di persona su tutti i componenti in commercio, bisogna attingere molte info da decine di recensioni e video, valutare quali sono buone/corrette e quali no, rapportare tutto alle nostre esigenze e far combaciare tra loro i vari pezzi per trovare l’equilibrio di cui parlavo prima. Fidatevi non è affatto facile, soprattutto se siete dei perfezionisti. Le fonti che mi sono state più d’aiuto in nelle varie scelte sono state: tomshardware, vortez, guru3d, techpowerup.
Per quanto riguarda il dove fare acquisti, consiglio di trovarvi un rivenditore di fiducia affidabile (per il discorso garanzia) e con prezzi onesti. Altrimenti io mi sono trovato benissimo con Amazon: prezzi bassi, assistenza al cliente e termini di garanzia/reso gestiti con serietà.

Dalla prossima puntata vedremo un pezzo per volta cosa c’è sul mercato, come e cosa scegliere in base alle diverse esigenze. State con me se volete diventare degli esauriti assemblatori di ottimi pc!😉

“Vedete bambini, c’è molto da imparare……. cancrena!”

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: