Linux e youtube

Come molti sanno lo sviluppo di flash è (da un pezzo) terminato per noi utenti Linux, si prosegue solo con la correzione delle falle di sicurezza.
Flash dovrebbe venire abbandonato in virtù delle nuove possibilità offerte da HTML5. Questo però è vero sulla carta nel senso che bisognerà per forza di cose attendere che OGNI sito da noi visitato venga riscritto secondo i nuovi standard. Per i siti iperpopolari e con alle spalle grandi capitali succederà relativamente presto, per gli altri non è nemmeno detto che la riscrittura venga fatta.

Finora è stato possibile (per me) visitare youtube senza particolari difficoltà, ma con il continuo aggiornamento da parte sua del flashplayer aumentano sempre più i problemi, specie andando a 1080p dove il mio vetusto pc non riesce più a reggere la quantità di lavoro richiesta.
Urge quindi una soluzione.
Quella che ho scelto io è la combinazione di un plugin di Firefox (greasemonkey) e uno script per greasemonkey (viewtube).
Questa guida vale per un sistema Debian based e Firefox/Iceweasel, ma con adattamenti minimi può essere valida per qualsiasi distribuzione Linux e anche per Chromium/Chrome.

Greasemonkey è un plugin che interpreta e gestisce gli script in javascript; viewtube è uno script che permette di non utilizzare il flashplayer e, al suo posto, usare il media player di sistema. Si possono usare totem, vlc o altri a patto che siano installati i plugin che permettono di integrare il player con il browser. In più, se il browser lo supporta e il video su youtube è disponibile anche in formato .webm, vi permetterà di usare il player del browser ovvero quello che è stato realizzato per l’html5.

L’installazione del necessario è semplicissima.

  1. installate greasemonkey
  2. installate lo script viewtube (basta cliccare sulla voce install)

Ora dovete verificare se avete i plugin per utilizzare il vostro media player preferito.
Andate a questa pagina: Mozilla – verifica plugin e controllate che nella sezione dettagli plugin ci sia la voce totem o vlc. Ignorate il fatto che siano aggiornati o meno, per quello vi basta che il vostro sistema operativo sia aggiornato e siete a posto.
Se non risulta nessuna delle due voci, allora chiudete il browser, aprite un terminale e date UNO dei due comandi, a seconda del player che usate di solito:

sudo apt-get install totem-mozilla
sudo apt-get install browser-plugin-vlc

Usare totem o vlc fa differenza perché ognuno dei due ha un suo comportamento e un’interfaccia specifiche che però sono le stesse del media player vero e proprio (magari in forma ridotta) quindi non penso servano spiegazioni.

Fatto questo il vostro browser sarà pronto per navigare su youtube (e moltissimi altri siti di video streaming quali: dailymotion, vimeo, metacafe, break, funnyordie, videojug, mevio, blip, veoh, veehd, imdb).
Giusto per semplificare faccio una veloce panoramica sulla nuova interfaccia del player per youtube.

viewtube

Quelle che seguono sono impostazioni che valgono per il singolo video, ovvero dovrete impostarle ogni volta manualmente per avere la risoluzione e il plugin/contenitore desiderato.

La voce ViewTube: permette di scegliere la risoluzione del video secondo queste possibilità (verranno visualizzate solo quelle disponibili per quel determinato video):
Very Low Definition: 1XX, 2XX
Low Definition: 2XX, 3XX
Standard Definition: 4XX, 5XX
High Definition: 720
Full High Definition: 1080
Ultra High Definition: 2XXX (4K)

La voce subito a destra permette di scegliere quale plugin/contenitore utilizzare tra: Auto, Alt, HTML5, MPEG, MP4, FLV, VLC, WMP, WMP2, QT, Totem, Xine.

Play/Stop: avvia ferma la riproduzione del video.

Get: permette il download del video nella risoluzione e nel formato (contenitore) scelto.

Quelle che seguono sono impostastazioni (relative a risoluzione e contenitore) che verranno applicate automaticamente (se possibile) ad ogni video nel momento in cui viene selezionato per essere visto. Quindi, al contrario di quello che vi obbliga youtube a fare, potrete avere il video aperto già alla risoluzione e con il contenitore che volete senza dover fare nulla. Queste impostazioni vengono memorizzate quindi è necessario impostarle una volta sola.

Autoplay: quando cliccate su un video per vederlo, potete scegliere se questo debba partire in automatico (impostazione di default con il flashplayer di youtube), oppure se visualizzare l’immagine anteprima finché non cliccate su Play o sull’immagine stessa per far partire la riproduzione.

Definizione: permette di scegliere la risoluzione con cui visualizzare di default il video. Le possibilità sono:
VLD: very low definition
LD: low definition
SD: standard definition
HD: high definition
FHD: full high definition
UHD: ultra high definition

Contenitore: permette di scegliere quale contenitore utilizzare di default per il video. Le possibilità sono: auto, webm, mp4, flv, 3gp…

</>: permette di scegliere se il video/immagine anterpima deve essere aperto in versione player compresso o esteso.

+/-: permette di scegliere se aprire il video nel formato a tutto schermo o normale.

Questo sistema comporta qualche difetto.

  • Youtube si aggiorna/modifica spesso quindi talvolta possono comparire problemi di funzionamento o non funzionamento a priori. L’autore dello script è molto celere nel risolvere e quindi spesso i problemi saranno già stati corretti nel momento in cui li riscontrerete. Basta solo aggiornare lo script viewtube, cosa con la medesima operazione necessaria per installarlo.
  • Viewtube va aggiornato manualmente. Per fortuna greasemonkey no.
  • Totem e vlc, specie quando il video è disponibile in formato webm, necessitano di bufferizzare più video di quanto ne serva per lo streaming. Questo vuol dire che nonostante parte del video sia già stata bufferizzata, non partirà prima di aver bufferizzato un buon 30%, indipendentemente da quello che voi farete. Per alcuni utenti vlc, cambiare il contenitore in “Alt” permette di eliminare il problema.
  • Eventuali altri problemi.

Per ora mi sto trovando molto bene con questa coppia (greasemonkey + viewtube;, mi permettono persino di scaricare i video senza necessità di altre estensioni per Firefox, ma soprattutto posso tenere il flash plugin per Iceweasel disattivato e attivarlo in quei pochi casi in cui qualche sito me lo richiede specificamente. Viewtube non sostituisce il flash in sé, ma solo il flashplayer, ma dato che nei siti regolarmente visitati da me non si fa uso di flash, posso convivere senza l’uso di quella piaga con importanti benefici nel mio senso di sicurezza indipendentemente dal fatto che la sicurezza di flash sia rilevante o meno per un utente Linux.

EDIT: ultima importante nota che ho dimenticato. La sicurezza degli script per greasemonkey generalmente non è verificata. Questo vuol dire che bisogna prestare attenzione a quale script si usa poiché script maligni potrebbero invadere la vostra privacy o modificare la vostra esperienza web avvantaggiando qualcuno che magari voi nemmeno sapete ce esiste. Insomma, come al solito, fate attenzione e limitate al minimo indispensabile l’uso di cose non verificate.

“Loro hanno il guano!”

5 Risposte to “Linux e youtube”

  1. MasterPJ Says:

    Un appunto che aggiungo: dai miei test con questo metodo, a parità di video, la cpu lavora molto di più che col flash plugin, di conseguenza su un portatile aumenta il consumo di batteria.
    Bella guida🙂

    • Sanzo Says:

      Hai infine verificato che aumentano le frequenze e non solo la %?
      Ricordo che il 100% di 1GHz è inferiore al 51% di 2GHz.
      Aggiungo invece che il tuo commento è valido solo per il player html5, dato che con totem (non ho verificato vlc ma scommetto la cosa non cambia) il consumo di cpu è nettamente inferiore.

    • andy77 Says:

      Forse sei fortunato e la tua particolare scheda video è supportata sia per la presentazione che per la decodifica vdpau direttamente dal plugin flash, mentre il plugin di turno (sia totem o vlc) non lo fanno perchè non configurati in tal senso.

      Per me la differenza prestazionale senza utilizzare decodifica harware è abissale; dell’ordine del 5:1.
      Usando la decodifica e lo scaling hardware in entrambi i modi invece non noto differenze sostanziali; solo la stabilità del sistema è migliore.

      Uso il metodo descritto nell’articolo da tempo, ma con mozplugger e xt7-player.

  2. ylian89 Says:

    Penso che con il tempi anche adobe si accorgerà che “noi” esistiamo, devi dare solo il tempo giusto che aprano gli occhi

    • Sanzo Says:

      Flash è già stato sviluppato a suo tempo per noi. Uno dei più grandi vantaggi è stato flash a 64bit così da non dover più emulare quello a 32. Cadrà in disuso perché ormai è vetusto e obsoleto, anche per gli utenti windows. HTML5 utilizzerà altre tecnologie.

      Che il mondo si accorga di “noi” la credo una nostra speranza. Il mondo sa di noi, è che non ci vuole perché crede che non ci sia guadagno. Tutto qui.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: