Splinter Cell Blacklist – recensione e commenti

splinter_cell_blacklist

La serie di Splinter Cell a cavallo del nuovo millennio ha fatto la guerra con Metal Gear Solid per il trono di miglior gioco stealth, poi ha fatto qualche brutta deviazione verso un gameplay più action e adatto a tutti. Questo blacklist riuscirà a risollevare il buon Sam Fisher?

Come sempre, arrivo in super ritardo a parlare di certi giochi… ma finché non li finisco di persona è dura recensirli 😉
Quindi cercherò di riassumere parecchio le caratteristiche e di fare un po’ di critica.

Ho giocato alla versione PC, che per questo titolo è decisamente il giusto riferimento per godersi l’esperienza al meglio, ma consiglio di usare il gamepad perché i controlli sono ideati così e rendono molto meglio che mouse+tastiera. Purtroppo anche acquistando la versione Steam ci verrà installata quella schifezza immoda di Uplay, con la quale dovremo registrarci un account. Su questo parte un simpatico bug: tenendo Uplay in modalità offline il gioco non salverà i progressi, quindi al riavvio avremo la bella sorpresa di dover ricominciare da capo. Il workaround consiste nel tenere Uplay online e disattivare il sync dei salvataggi, la cosa bella è che questo bug è noto da sempre ma se ne sta ancora li tranquillo e beato. Applausi per Ubisoft.

blacklist_1

Tornando al gioco, la grafica si attesta su buoni standard ma presenta un grosso strafalcione. Mi spiego: il comparto tecnico in un gioco stealth moderno è parecchio importante, più che altro per quanto riguarda il level design e l’illuminazione, due aspetti decisamente curati da parte di Ubisoft che ha creato molti livelli, ben diversificati e rifiniti grazie anche all’occlusione ambientale HBAO+ di Nvidia.
Il grosso fail sta nei volti: l’Unreal Engine sappiamo che gestisce bene le luci, ma le facce sono proprio da dimenticare… e questo gioco ne è la prova lampante. Se da un lato ci può stare, essendo un limite del motore grafico, dall’altro sarebbe bastata un po’ di furbizia da parte degli sviluppatori per evitare una regia che proponga continuamente primi piani. Ricordo vecchi titoli come Metal Gear Solid 3, che con grafica molto più antiquata non lasciava trasparire certe mancanze… ok prendere un’opera di Kojima come paragone è un po’ ingiusto, ma serve a far capire il concetto.

blacklist_face

Il comparto audio è buono ma non eccellente, in quanto si è in grado capire ad orecchio la provenienza direzionale dei vari suoni e il loro volume ci da un’idea di quanto la fonte sia lontana, ma non c’è diversificazione in base all’ambiente, cioè: se un nemico parla/cammina a ore 10 e a venti metri di distanza, che fra noi e lui ci sia una stanza aperta oppure corridoi o strutture con giri ed ostacoli non è dato percepirlo. Sto cercando il pelo nell’uovo, ma data la natura stealth del titolo, oggigiorno si poteva fare un lavoro più avanzato in questo senso.

Passiamo al gameplay: finalmente siamo tornati allo stealth, quello vero. Il gioco infatti ci indurrà a finire tutti i livelli non solo senza uccidere nessuno, ma perfino senza che nessuno si sia accorto di noi, e ci premierà con molta exp aggiuntiva in caso di successo. Questo stile stealth puro può non piacere a tutti, ovviamente, quindi il gioco ci lascia libera scelta su come affrontare ogni situazione, che si può spiegare in tre modus operandi: non si tocca nessuno o al massimo lo si stordisce, si uccide in silenzio senza essere rilevati, si spacca tutto alla Rambo con armi pesanti. Questo non solo dona una triplice varierà ai livelli, ma invita anche alla rigiocabilità per provare diversi approcci. Cosa fra l’altro necessaria in caso si voglia ottenere tutti i costosi equipaggiamenti e potenziamenti a disposizione. Questo fattore unito al buon numero di missioni principali e secondarie conferiscono una longevità superiore alla media, per il genere.

Una nota semi dolente è l’IA dei nemici. Quando avremo preso confidenza con i mezzi a nostra disposizione non sarà difficile superare ogni situazione, perché sapremo come ingannare le routine degli avversari e alle volte perfino volgerle a nostro favore, andando a creare le classiche montagnette di corpi nello stesso punto. L’unico modo per smussare questa cosa è giocare al livello di difficoltà massimo, che vi assicuro è fattibilissimo a patto che agiate in maniera stealth e ragionata, perché a quel punto far scattare un allarme significa sudare 7 camice per sopravvivere. Diciamo che giocando a perfezionista avremo nemici più acuti e rapidi nel reagire, rendendo il tutto più realistico.

tom-clancys-splinter-cell-blacklist-screenshot-1

Per concludere, nonostante alcune grandi/piccole lacune tecniche, credo che Splinter Cell Blacklist sia il capitolo migliore della serie e un valido esponente del genere stealth in generale, che vi consiglio di acquistare. Spero che nel il prossimo capitolo mantengano invariata la formula complessiva ma sistemino i difetti che ho descritto, per portare il gameplay su un livello superiore.

“Non si vedranno mai quei fili sotto la parrucca!”
“Questo al mattino ha già una barba da pomeriggio e ti preoccupi per i fili?”

Annunci

2 Risposte to “Splinter Cell Blacklist – recensione e commenti”

  1. Alex Long Says:

    Ciao ragazzi,
    La citazione è presa da Mrs Doubtfire con Robbie Williams… Le battute se le scambiano il fratello del protagonista e un suo amico credo quando fanno un primo tentativo di “creare” la faccia di Mrs Doubtfire… Poi passano alla maschera di silicone XD

    • MasterPJ Says:

      Ahahah bella Alex, è corretto. +1 per te nella hall of fame 😉

      P.S.
      Vedo ora che con questa citazione sei passato in testa alla classifica della Hall of Fame, complimenti!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: